PELLEZZANO. SALERNITANA-VIGOR LAMEZIA, UN "DERBY" SPECIALE PER COPERCHIA.

I tifosi granata del bocciodromo comunale

La famiglia dell’allenatore del Vigor, Alessandro Erra, è originaria di Coperchia. I tifosi granata: “Alessandro grande tecnico e grande persona, ma a noi servono i 3 punti per proseguire il cammino verso la serie B”. I dettagli.
 
 
 
 
Sabato 31 gennaio 2015
PELLEZZANO. La granatissima Pellezzano si appresta a vivere un “derby” speciale contro il Vigor Lamezia, allenato da mister Alessandro Erra, il cui papà, barbiere a Salerno, è originario di Coperchia. Ecco il parere di alcuni tifosi raccolti nei bar, saloni, edicole.
Antonio De Simone, barbiere di via Ferrovia, augura a “mister Erra le migliori fortune sportive, ma la Salernitana deve vincere per i 3 punti e per proseguire il cammino verso la serie B”.
Giuseppe Procida, ex dirigente del Valentino Mazzola, ha visto crescere Erra proprio nelle fila della squadra locale: “di lui – dice – ho tanti bei ricordi quando giocava nel Valentino. E’ stato un ottimo calciatore, farà bene anche come allenatore”.
Secondo Simone Sorgente, tabaccaio di piazza Giovanni Paolo II, “mister Erra è umile e semplice, un grande professionista. Peccato per l’infortunio che ne frenò la carriera da calciatore. Mio padre è suo amico e lo incontra spesso in paese quando Alessandro torna da noi”.
Vincenzo Tortorella spiega: “noi tifiamo Salernitana e ci servono i 3 punti, ma forse un pareggio metterebbe d’accordo un po’ tutti”.
Nel bocciodromo comunale “Giuseppe Garibaldi” (nella foto sopra alcuni tifosi del bocciodromo: clicca col mouse sull’immagine per ingrandirla) parlano Cristoforo Petrosino e Antonio Avallone.
“Che vinca o che perda – dice Petrosino – aspettiamo mister Erra da noi per un caffè. Da giovane, ho giocato con lui nel Valentino. Si vedeva già la qualità di Alessandro, che è una persona perbene. Ma con noi Alessandro deve perdere, poi, gli auguro di fare bene dal match successivo”.
Antonio Avallone è cresciuto insieme a Erra: “ho tanti bei ricordi con lui – sottolinea -. Abbiamo giocato insieme in tornei giovanili di calcio, siamo usciti insieme per fare delle passeggiate. Da ragazzo tifava per la Sampdoria, perchè lui è nato a Genova, e qualche volta ci confrontavamo pacatamente perchè io tifavo per la Roma”.
Insomma, da Coperchia arriva una grande manifestazione di stima e affetto per Erra, ma i tifosi granata vogliono i 3 punti.

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. IL 31 GENNAIO, AL "FRAC", CONCERTO JAZZ CON I NAIMA QUARTET.

Sab Gen 31 , 2015
Ingresso gratuito.