Scuola “ProfAgri”, Natale all’insegna della solidarietà

Lunedì 21 dicembre 2020

Antonio De Crescenzo

SALERNO. Il Profagri donerà il raccolto della propria azienda agraria alla Mensa dei poveri San Francesco e alla comunità di accoglienza Casa Betania in vista delle festività natalizie, in segno di solidarietà.

La scuola portavoce delle esigenze del proprio territorio. Lunedì 21
dicembre, alle 11:00, si tiene una iniziativa di beneficenza che vedrà
scendere in campo il Profagri di Salerno. Il Dirigente scolastico,
Alessandro Turchi, infatti, ha deciso di organizzare una raccolto di
beneficenza a favore di due importanti comunità del nostro capoluogo
che operano nel sociale a favore dei più deboli; il preside stesso in
persona provvederà a consegnare il raccolto della giornata, dieci
cassette di verdura BIO a chilometri zero con le primizie della stagione.

“Il PROFAGRI non è nuovo ad iniziative del genere, che cercano di
coniugare le istanze del servizio pubblico con quelle del volontariato e
della salvaguardia degli strati meno abbienti della società.” – commenta
Alessandro Turchi – “ con il mio staff abbiamo inteso dare una risposta
concreta alle richieste di sostegno che provengono dal sociale in un
momento storico di grande crisi e difficoltà economica per via della
pandemia, in occasione dell’avvicinarsi delle sante festività.” La
consegna, rispettando tutti i protocolli di sicurezza previsti in questo
periodo, avverrà presso la sede di Salerno, in via delle Calabrie 63, e sarà destinata agli ospiti di Casa Betania di Padre Antonio Tomay, una delle prime case di accoglienza di minori e donne in difficoltà di Salerno, e alla Mensa dei poveri San Francesco di Mario Conte che ogni giorno prepara pasti per oltre 200 bisognosi italiani e stranieri.

Antonio De Crescenzo

Antonio De Pascale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Dolore in città per la morte dell'edicolante Enzo Squillante

Lun Dic 21 , 2020
Antonio De Pascale Lunedì 21 dicembre MERCATO S. SEVERINO. Come se non bastassero i quattordici morti causati finora dal Covid-19, a rendere più triste il Natale in città, è il decesso di Vincenzo – detto Enzo – Squillante, 48 anni appena, il noto e stimato edicolante e tabaccaio il cui […]