MERCATO S.SEVERINO. Bennet-Zampoli, 1° "round" a favore del candidato Dem.

Angelo Zampoli

Enzo Bennet

Al comizio di Bennet presenti più di 1.500 Cittadini circa. A quello di Zampoli, 400 circa. Bennet: “riportiamo la democrazia in città”. Giovanni Romano: “disponibile a fare l’attacchino dei manifesti per Zampoli”. IL 19 maggio – ore 20,30, piazza Garibaldi – comizio di Antonio Somma. I dettagli.
 
Venerdì 19 maggio 2017
Antonio De Pascale
MERCATO S. SEVERINO. Confronto “ravvicinato”, ieri sera, tra i candidati a sindaco Enzo Bennet e Angelo Zampoli: andati in scena, a distanza di cinquanta metri circa, i comizi elettorali dei due aspiranti primi cittadini. Bennet, l’ha tenuto in piazza Dante; Zampoli (delfino di Giovanni Romano) al centro sociale. E il 1° “round” è stato vinto da Bennet, il cui comizio è stato seguito da più di 1.500 persone. L’intervento di Zampoli, invece, ha richiamato 400 persone circa. Durante la manifestazione di Zampoli, è intervenuto anche l’ex sindaco Giovanni Romano, che ha ripercorso la crisi politica del 2016, che ha posto fine al suo potere. “Sono disponibile – ha detto Romano – a fare l’attacchino dei manifesti per Zampoli”.  A confronto, due modi diversi di fare politica. Bennet, espressione del Pd e grande amico del Governatore Vincenzo De Luca, punta tutto sulla democrazia. “Con noi – dice Bennet – i cittadini tornano a essere protagonisti della vita politica: per troppi anni, sono stati esclusi dalla stessa. Con noi, il palazzo vanvitelliano tornerà a essere un palazzo di vetro, la vera casa comune dei sanseverinesi”. Bennet ha presentato i suoi quarantotto candidati al consiglio comunale – ben nove dei quali ex amministratori comunali – che compongono le sue tre liste civiche. L’aspirante sindaco progressista ha illustrato il suo programma. “Innanzi tutto – ha spiegato Bennet – faremo rete con tutti i Comuni dell’Irno e con Salerno, per accedere ai fondi europei e regionali e per attrarre investimenti privati, al fine di creare nuovi posti di lavoro. Una grande opportunità, che è anche una necessità dovuta non solo ai tagli dei fondi da parte dello Stato centrale, ma anche alla nota situazione debitoria del Comune. A breve, incontrerò i sindaci dell’Irno per mettere a punto il progetto dell’Irno Valley, un’unione di fatto dei Comuni del nostro comprensorio, nell’ambito della quale San Severino deve recuperare il suo antico ruolo di Comune capofila dell’Irno. Un anticipo del progetto, è la ciclopasseggiata che, di qui a breve, terremo con i Comuni e gli amministratori comunali limitrofi”. Eduardo Caliano, fedelissimo di Romano e oggi candidato con Zampoli, illustra due punti del programma: “daremo – dice – concreto rilancio al commercio, al Puc e all’edilizia, creando lavoro per le ditte locali. Di conseguenza, la popolazione aumenterà dalle attuali 23mila unità circa a 28mila persone”. Stasera, alle ore 20,30, un altro candidato a sindaco, Antonio Somma, tiene il primo comizio in piazza Garibaldi. Curiosità in città per alcuni volantini anonimi, riferiti alle elezioni e sintomatici di un primo segnale di imbarbarimento del confronto politico: “si riciclano – riportano – si trasformano, si vendono. Sanseverinesi non abboccate”.

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. Nel weekend torna la rassegna "Irno Comix & Games".

Sab Mag 20 , 2017
La manifestazione è dedicata al  mondo dei fumetti, cosplay e giochi e si svolge il 20 e 21 maggio nel Parco della Rinascita.