MERCATO S.SEVERINO. Aumento delle tasse, duro scontro a colpi di manifesti tra il Pd e la maggioranza.

Il Sindaco Romano

Carmine Ansalone (Pd)

Il Pd: “Comune indebitato, l’amministrazione Romano aumenta le tasse e offre meno servizi”. La maggioranza: “è colpa del Governo del Pd, che taglia i finanziamenti ai Comuni”. I particolari.
 
 
 
Lunedì 7 settembre 2015
MERCATO S.SEVERINO. E’ scontro duro, a colpi di manifesti, tra il Partito democratico e la maggioranza consiliare. Il Pd ha firmato due manifesti: in uno di essi, dal tono ironico, il Pd denuncia l’aumento della Tari, dell’abbonamento per la sosta auto e le aliquote massime dell’Irpef, Imu e Tasi. Nel secondo manifesto, il Pd rimarca l’aumento delle tasse e la diminuzione dei servizi “grazie – è scritto – a un disavanzo di 8.553.379 euro, da ripianare in 30 anni con quote di 285.112 euro, che si aggiungono ad altri debiti. Questa è l’amministrazione del fare: debiti, disavanzo, ipoteche pesanti sulle nuove generazioni (…)”.
La maggioranza consiliare, con un manifesto intitolato “Gli ipocriti del Pd”, afferma che “Il Governo, guidato dal segretario nazionale del Pd, ha costretto i Comuni a coprire, con i fondi del proprio bilancio, le somme che i cittadini non sono riusciti a pagare negli anni scorsi per le tasse e i tributi (…). Nessuno dei nostri “governanti” ha considerato che i Comuni hanno difficoltà a incassare le tasse e i tributi dai propri cittadini (…). Il Governo del Pd (…) continua a tagliare le risorse dei Comuni, ai quali non manda più nemmeno i soldi sufficienti per pagare gli stipendi dei dipendenti. Sono proprio quelli del Pd che costringono i Comuni a elevare le tasse per mantenere i servizi (…).
La polemica è destinata a continuare.
 

Antonio De Pascale

Next Post

UNIVERSITA'. Studenti al lavoro:

Mar Set 8 , 2015
chiusa la selezione per collaboratori part-time. I particolari.