BRACIGLIANO. INTERVISTA AL SINDACO RESCIGNO:

Il Sindaco Rescigno

“ecco il mio impegno e i risultati conseguiti in vari ambiti”.
 
 
 
Venerdì 20 febbraio 2015
 
BRACIGLIANO. Sindaco di Bracigliano, Presidente della Comunita’ montana “Irno-Solofrana”, Consigliere provinciale con delega alla viabilità, Presidente dell’Unione dei Comuni “Valle dell’Orco”: sono i quattro incarichi ricoperti da Antonio Rescigno, sempre piu’ politico e amministratore stimato per la concretezza delle sue azioni, dei suoi progetti amministrativi. Lo abbiamo incontrato, chiedendogli un bilancio delle sue attività di Amministratore pubblico.
 
Sindaco Rescigno, iniziamo da Bracigliano, qual e’ il bilancio per il 2014?
Nonostante i difficili tempi che viviamo, con i tagli ai finanziamenti agli Enti locali da parte dello Stato centrale, credo che al Comune abbiamo raggiunto ottimi risultati. E’ in corso l’istruttoria per l’assegnazione dei lotti per l’area industriale del “P.i.p.” (Piano di insediamento produttivo, ndr), attesa e bloccata da molti anni in paese. Voglio ringraziare gli imprenditori che hanno creduto nel nostro progetto, facendo investimenti importanti.
Quanti posti di lavoro creera’ il P.i.p?
Prevediamo la creazione di 50 posti di lavoro per i nostri giovani. Un modo per farli realizzare professionalmente e per farli restare a Bracigliano, per non farli emigrare. Le nuove aziende saranno attive nel settore primario, dell’artigianato, dell’edilizia. Una risposta concreta e forte contro la disoccupazione giovanile.
Quali progetti ha realizzato nel 2014?
A novembre scorso, abbiamo inaugurato l’Auditorium da 2 milioni di euro, con fondi europei, all’interno del “Palazzo De Simone”. Con il progetto “Percorsi d’acqua”, seguito attentamente dalla Presidente del Consiglio, Dott.ssa Linda Corvino, abbiamo ottenuto 35mila di finanziamenti regionali per riqualificare la villa comunale annessa al “Palazzo De Simone” e spettacoli musicali di qualita’ con James Senese e vari concerti bandistici. Da poche settimane, abbiamo attivato il wi-fi nel paese: i cittadini possono collegarsi gratuitamente 2 ore al giorno a internet nelle piazze del paese: lasciatemi dire che, con questo progetto, abbiamo creato “un’autostrada” virtuale a Bracigliano, che ci rende meno lontani dai Comuni vicini e che consente ai ragazzi di poter studiare e documentarsi meglio collegandosi a internet. Per giunta, questo progetto è a costo zero per i Cittadini e per il Comune, grazie all’accordo raggiunto con l’azienda che gestisce il servizio. Abbiamo raggiunto l’80% nella raccolta differenziata dei rifiuti, che ci consente di applicare sconti sulle bollette dei Cittadini che, in media, vanno dai 30 ai 50 euro, tutelando, al contempo, il nostro ecosistema. Quando ci insediammo 2 anni e mezzo fa, la differenziata era al 61%. Abbiamo ottenuto un finanziamento di 2 milioni e mezzo di euro dalla Regione Campania per sistemare le strade del paese e per recuperare l’ex Municipio di piazza Liberta’.
Pochi mesi fa, il triste episodio del duplice attentato incendiario ai danni di due auto dell’Assessore Giovanni Cardaropoli e di un autocompattatore del Comune.
Si e’ tratta di una pagina triste e buia per la nostra Bracigliano che e’ sempre stata, e deve continuare a essere, un’oasi felice della Valle dell’Irno. Speriamo che gli inquirenti assicurino alla giustizia i responsabili del grave gesto. All’Assessore Cardaropoli ribadiamo la nostra solidarieta’ e la nostra vicinanza.
 
Qual è il Suo impegno in qualita’ di Consigliere Provinciale?
Per quanto riguarda la Valle dell’Irno, miro a far ripartire, quanto prima, i lavori per la costruzione della nuova sede scolastica del Liceo “Virgilio” di Mercato S.Severino, i cui lavori sono fermi da un anno e mezzo. Ma il mio impegno e quello del Presidente Giuseppe Canfora, e’ rivolto all’intero territorio provinciale, per sbloccare le opere ferme. Penso, ad esempio, alla Fondovalle Calore. Particolare attenzione va data sicuramente alla manutenzione delle strade, dell’asfalto delle carreggiate, per garantire piu’ sicurezza agli automobilisti. C’e’ da dire, pero’, che tutte le Province d’Italia devono fare i conti con il taglio al trasferimento dei fondi, pur mantenendo le stesse competenze del passato.
Come Presidente della Comunita’ montana, e’ impegnato per il pagamento degli stipendi arretrati ai 97 operai idraulico-forestali e ai 13 dipendenti amministrativi.
Nelle ultime settimane, grazie a un’anticipazione di cassa del nostro Ente montano, abbiamo pagato 11 stipendi ai 97 operai, in attesa di ricevere i fondi dalla Regione. La soluzione definitiva a questo problema, e’ uno degli obiettivi principali del mio programma amministrativo. Poi, la Regione deve chiarire sul futuro delle Comunita’ montane. Negli ultimi anni, si e’ discusso dell’ipotesi di sopprimerle: io, invece, ritengo che le Comunita’ montane debbano continuare a esistere, perche’ sono le “sentinelle” del territorio, con il loro ruolo di prevenzione del dissesto idro-geologico, con le operazioni antincendio in estate. Per me dovrebbero avere anche un ruolo piu’ specifico  nell’ambito della protezione civile.
Non le pesano quattro incarichi istituzionali?
No, perche’ per me la politica e’ passione e servizio ai Cittadini. Credo di essere sempre a disposizione di tutti, com’e’ giusto che sia.

Antonio De Pascale

Next Post

PELLEZZANO. OCCASIONE DI LAVORO.

Ven Feb 20 , 2015
L’Azienda “Movia in Tour” seleziona giovani animatori turistici. Il 20 febbraio, ore 18, al Teatro comunale di Capezzano, incontro illustrativo sul tema.