IL VANGELO DI DOMENICA 16/10/2016. IL COMMENTO DEL PROF.ANTONIO LUISI.

PROF.ANTONIO LUISI, DOCENTE DI RELIGIONE CATTOLICA AL LICEO CLASSICO “VIRGILIO” E DIACONO PRESSO LA PARROCCHIA “S.MARIA DELLE GRAZIE” DI MERCATO S. SEVERINO.
 
 
XXIX Domenica del T.O ( Lc 18,1-8)
In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai: «In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”. Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”». E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».
_________________________________________________________________________________
IL COMMENTO DEL PROF.ANTONIO LUISI:
La forza della preghiera
Il Vangelo di questa domenica ci consegna una solenne dichiarazione sull’importanza della preghiera: senza di essa non possiamo vivere una vita cristiana autentica.  Spesso l’uomo ha l’impressione che la sua preghiera non sia esaudita e che il suo grido cada nel vuoto. Gesù risponde a questa dolorosa sensazione con la parabola del giudice disonesto che si piega alla pressione e alla tenace inflessibilità di una vedova che chiede giustizia. Dio Padre che non è duro di cuore come questo giudice, sicuramente aiuterà tutti coloro che ricorrono a Lui mediante la preghiera. Gesù ci assicura che saremo ascoltati, perciò non dobbiamo mai disperarci e perdere la fiducia; questa esortazione all’impegno della fede nasce dalla certezza che la giustizia si realizzerà. Pregare con insistenza, pregare con costanza, rispettando i tempi di Dio, non equivale ad un disperato bussare, ma ad un sereno e progressivo avvicinarsi a Dio.
PROF.ANTONIO LUISI, DOCENTE DI RELIGIONE CATTOLICA AL LICEO CLASSICO “VIRGILIO” E DIACONO PRESSO LA PARROCCHIA “S.MARIA DELLE GRAZIE” DI MERCATO S. SEVERINO.

Antonio De Pascale

Next Post

MERCATO S.SEVERINO. Rinvenuto il cadavere di un uomo di 48 anni, Kharko Myccola, in un capannone in disuso situato nella frazione S.Eustachio. Decesso dovuto a cause naturali.

Dom Ott 16 , 2016
L’uomo era un Ucraino e senza fissa dimora. Sul posto si sono precipitati i Carabinieri della locale Compagnia che, agli ordini del Signor Capitano Alessandro Cisternino, hanno avviato subito le indagini.