UNIVERSITA'. RIQUALIFICAZIONE E SICUREZZA DEGLI SPAZI:

Il Rettore Tommasetti

nove progetti finanziati all’Ateneo. Il Mise stanzia 15 milioni per l’Unisa. I particolari.
 
 
 
 
Giovedì 26 febbraio 2015
FISCIANO. Continua l’impegno dell’Ateneo a favore della riqualificazione e della messa in sicurezza degli spazi. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato – con Decreto del 4 luglio 2014 – tutti e nove i progetti presentati dall’Università di Salerno. Nell’ambito del risparmio energetico e della produzione da fonti rinnovabili, tra gli interventi finanziati in prima istanza, con un totale di € 4.700.000,00, rientrano:
–          Riqualificazione energetica degli impianti meccanici centralizzati del campus di Fisciano (€ 1.722.301,49);
–          Lavori di ristrutturazione della Biblioteca Centrale di Ateneo (€ 281.152,77);
–          Ampliamento del parco fotovoltaico nei campus di Fisciano e Baronissi (€ 1.169.041,30);
–          Impianto di cogenerazione a servizio del campus di Fisciano e delle residenze universitarie (€ 1.614.253,15).
Con nota del 18 febbraio 2015, il MISE ha comunicato la nuova disponibilità di risorse aggiuntive per il finanziamento di tutti gli interventi per i quali l’Università di Salerno aveva presentato istanza di cofinanziamento, includendo i seguenti progetti per un totale di ulteriori € 11.000.000,00:
–          Adeguamento dei sistemi di illuminazione interna ed esterna con utilizzo di sorgenti luminose di tipo innovativo per i due campus, con piattaforma HW/SW di telegestione – Lotto I e II (€ 4642146,9);
–          Ristrutturazione edilizia del complesso ex Immacolata Concezione – Fisciano (€ 431.107,88);
–          Manutenzione straordinaria infissi – Edifici Primo Blocco – Campus di Fisciano – Lotto I e II (€ 6006798,94).
“Il campus universitario di Salerno – ha dichiarato il Rettore Tommasetti – rappresenta un’eccellenza riconosciuta a livello nazionale. Completato il suo assetto urbanistico, attualmente è necessario pianificare, individuando specifiche fonti di finanziamento, importanti interventi di manutenzione e ammodernamento finalizzati alla rigenerazione delle strutture. Grazie ai circa 15.000.000 euro stanziati dal MISE, riusciamo a realizzare importanti opere nell’ambito dell’efficienza e del risparmio energetico, garantendo non solo la riqualificazione degli ambienti, ma anche la messa in sicurezza degli spazi. Questi interventi di inizio anno si affiancano a quelli già realizzati nel 2014: dalle residenze universitarie ai laboratori di Baronissi, dalla rimodulazione del Rettorato fino alla nuova Sala Stampa di Ateneo che sarà inaugurata lunedì prossimo e intitolata all’indimenticato Biagio Agnes”.

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. FURTO DELLA STATUA DELLA MADONNA, IL SINDACO VALIANTE:

Gio Feb 26 , 2015
“grave offesa per la città. Auspico che le forze dell’ordine facciano immediatamente chiarezza su questo atto delinquenziale che mortifica la città”.