SALA CONSILINA. 21 aprile: Maria Romana, figlia di Alcide De Gasperi, ospite in città

Maria Romana De Gasperi

Alcide De Gasperi

La copertina del libro

Viene celebrato il 70° anniversario delle elezioni del 1948. Chiamati a raccolta tutti i Democristiani. Verrà presentato il libro “Verso la Giustizia Sociale. Le Ragioni di Alcide De Gasperi”, scritto da Remo Roncati. “Siamo davvero orgogliosi –commenta l’Assessore alla Cultura del Comune di Sala Consilina, Gelsomina Lombardi– di poter ospitare a Sala Consilina Maria Romana De Gasperi, proprio in occasione del 70° anniversario delle elezioni del 1948, e di poter, nel contempo, presentare il libro di Remo Roncati. Alcide De Gasperi fu lo statista politico italiano che, profondamente legato alla fede cattolica, consacrò la sua vita politica all’affermazione della giustizia sociale, all’elevazione morale, culturale ed economica dei lavoratori, alla ricerca di una diffusa solidarietà fra classi sociali. Un tema che, a 70 anni di distanza dal 1948, è tornato oggi di strettissima attualità: come hanno dimostrato le recenti elezioni politiche”. Tutti i dettagli.
 
 
 
 
Giovedì 19 aprile 2018
SALA CONSILINA.  Da Porta a Porta, su RAI 1, a Sala Consilina: Maria Romana De Gasperi, figlia di Alcide De Gasperi, sarà sabato 21 aprile nella città capofila del Vallo di Diano. Lo straordinario evento, fortemente voluto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Cavallone, vuole celebrare nel modo più adeguato il 70° anniversario delle elezioni del 1948, che ricorreva ieri. Il 18 aprile di 70 anni fa, infatti, segnò il destino dell’Italia e non solo: le elezioni Italiane furono spartiacque per decidere il posizionamento Italiano nella disputa tra Ovest (U.S.A.) ed Est (ex U.R.S.S.). E, protagonista di quel fondamentale momento storico, fu proprio Alcide De Gasperi.
Nel 1948 l’Italia era una giovane democrazia alla prova delle prime elezioni politiche del dopoguerra. In campo furono, da un lato, le forze di sinistra, in particolare il Partito Comunista e il Partito Socialista alleati nel Fronte Popolare; dall’altro, la Democrazia Cristiana con i suoi alleati, che ebbe anche l’appoggio di Papa Pio XII e dei Comitati Civici. Si trattava di scegliere la collocazione internazionale dell’Italia in un mondo che si era diviso, e nel quale aveva avuto inizio la Guerra Fredda. Il voto si svolse in modo regolare, con l’affluenza record del 92%, e la Dc vinse nettamente, con il 48,5% dei consensi, contro il 31% di Comunisti e Socialisti uniti.
Mio padre –ha detto Maria Romana De Gasperi, ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta- era abbastanza tranquillo: aveva girato quasi tutte le città italiane, dove la gente fermava la sua auto e gli chiedeva di scendere per sentirlo parlare. Certo –ha raccontato ancora la De Gasperi- pensava di ottenere un buon risultato, ma non di quelle proporzioni”.
Per ricordare questa pietra miliare della democrazia e della storia Italiana, e per raccontare aneddoti e momenti, pubblici e anche privati, di papà Alcide, Maria Romana De Gasperi sarà sabato 21 aprile a Sala Consilina, alle ore 18:00, presso l’Auditorium del Polo Culturale Cappuccini. Nell’occasione, sarà presentato il libro “Verso la Giustizia Sociale. Le Ragioni di Alcide De Gasperi”, scritto da Remo Roncati. L’incontro, moderato dal giornalista e storico Geppino D’Amico, sarà introdotto dai saluti del sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone. A seguire l’intervento di Maria Romana De Gasperi, e le conclusioni affidate all’autore del volume, Remo Roncati.
“Siamo davvero orgogliosi –commenta l’Assessore alla Cultura del Comune di Sala Consilina, Gelsomina Lombardi– di poter ospitare a Sala Consilina Maria Romana De Gasperi, proprio in occasione del 70° anniversario delle elezioni del 1948, e di poter, nel contempo, presentare il libro di Remo Roncati. Alcide De Gasperi fu lo statista politico italiano che, profondamente legato alla fede cattolica, consacrò la sua vita politica all’affermazione della giustizia sociale, all’elevazione morale, culturale ed economica dei lavoratori, alla ricerca di una diffusa solidarietà fra classi sociali. Un tema che, a 70 anni di distanza dal 1948, è tornato oggi di strettissima attualità: come hanno dimostrato le recenti elezioni politiche”.
(Clicca sulle foto per ingrandirle)

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. Sale slot e scommesse, il Consiglio comunale approva il nuovo regolamento

Gio Apr 19 , 2018
Stop all’apertura di agenzie, sale slot e all’adozione di nuove ‘macchinette’ nel raggio di 300 metri lineari da scuole e sedi universitarie e di 100 metri lineari dalle chiese. L’apertura delle nuove sale dovrà essere sempre subordinata all’autorizzazione comunale. Saranno inoltre rafforzati i controlli della Polizia Municipale, per verificare l’ingresso […]