PELLEZZANO. Il Comune aderisce alla campagna per la valorizzazione dei beni comuni.

I dettagli.
 
 
PELLEZZANO. La campagna di comunicazione sociale COMUNINTOUR ha avuto il suo start-up ufficiale con l’attivazione del sito internet www.comunintour.it e tutti i social collegati. Promossa dalle Associazioni Mo.V.I., A.G.A.PE e ARCIUISP Simeon e sostenuta da Sodalis CSV Salerno nell’ambito dell’azione “Laboratori comunicativi 2013”, ha lo scopo di mobilitare in un viaggio alla scoperta dei BENI COMUNI.
Il BENE COMUNE non ha necessariamente a che fare con un oggetto materiale, ma può e deve fare riferimento ad un patrimonio sia civile che istituzionale.
Per questo il mondo del volontariato si è attivato per socializzare contributi di idee per lo sviluppo del territorio, per mettere in luce risorse ambientali o storico-architettoniche poco conosciute. In questo modo si intende valorizzare le risorse umane soprattutto del mondo giovanile raccogliendo racconti, foto e video e utilizzando non solo i social network, ma creando anche occasioni di dialogo intergenerazionale di persona.
Il prossimo appuntamento è per venerdì 11 dicembre, alle ore 11.00, a Pellezzano, al Complesso Monumentale dell’Eremo dello Spirito Santo.
Organizzato con la fattiva collaborazione dell’IIS “Genovesi-Da Vinci”- settore economico, e con il patrocinio del Comune di Pellezzano – Assessorato alla Cultura e Politiche Sociali, retto da Francesco Morra, si terrà un incontro tra scuola, associazioni e istituzioni sul tema: La valorizzazione del territorio: viaggio attraverso l’archeologia industriale, il patrimonio culturale e la natura”. All’incontro parteciperà il Sindaco del Comune di Pellezzano, Giuseppe Pisapia.
La tappa è di particolare importanza perché conclusiva per l’anno 2015, dopo gli incontri sul territorio di Bracigliano e su quello di Nocera Inferiore e punto di partenza per le tappe 2016, già in programma su altri territori della provincia di Salerno.
 
 

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. Al via il baratto amministrativo:

Gio Dic 10 , 2015
domande entro il 15 gennaio. Coloro che non hanno effettuato il pagamento della tassa Rifiuti solidi urbani per le annualità dal 2006 al 2009 e hanno un reddito Isee non superiore a 6mila euro, potranno “saldare” il proprio debito nei confronti del Comune con interventi socialmente utili che riguarderanno la […]