Pellezzano. "CartArte", il progetto che crea lavoro per i neet

E’ stato presentato a Rimini, alla Fiera Ecomondo di Rimini.
 
 
 
Venerdì 9 novembre 2018
PELLEZZANO. Carta e Arte: un connubio dal quale è possibile creare sviluppo per il territorio e opportunità di lavoro per i giovani dotati di specifiche competenze. Questo, in sintesi, il progetto intitolato “CartArte”, che, ieri, è stato presentato dal Sindaco di Pellezzano, Francesco Morra, all’interno dello stand della rete di imprese 100% Campania, presente alla Fiera Ecomondo in programma a Rimini.
“Il progetto “CartArte” – spiega il primo cittadino – intende far diventare il Centro polifunzionale “Giovani più” di Pellezzano, realizzato in Via Martiri di Nassiriya, un polo attrattore di respiro extra-comunale, punto di riferimento per le innovazioni promosse dai giovani nel campo dell’arte e della tecnica di trasformazione di materiali, in particolare carta e cartone”. Ma “CartArte” vuole essere anche un’occasione di riscatto per i giovani del territorio, una sana iniezione di fiducia e di entusiasmo, trasmessa attraverso l’avvio di percorsi laboratoriali unici nel loro genere, soprattutto dal punto di vista dell’esperienza formativa”.
L’iniziativa può contare sul sostegno della “Cartesar spa”, che offre lavoro ad oltre 70 unità e crea indotto per ulteriori 300 posti di lavoro. Proprio attraverso il supporto a tale progetto, è possibile individuare nella tematica del riciclo e della ri-trasformazione della carta, un pilastro per basare la crescita territoriale e lo sviluppo di nuove opportunità di lavoro. Oltre a Cartesar Spa, si è pensato di rafforzare la sostenibilità e l’efficacia del progetto, accogliendo l’adesione della rete di imprese “100% Campania” (www.packagingsostenibile.com), di cui la stessa Cartesar Spa è partner. Composta da tutte eccellenze del territorio nei settori della raccolta, trasformazione e distribuzione di carta e cartone, quali Antonio Sada & Figli Spa, Sabox o Formaperta, 100% Campania può garantire il giusto legame tra esigenze imprenditoriali e nuove competenze che acquisiranno i giovani. In più, la rete garantirà una ulteriore diffusione dei risultati, partecipazione ad alcune attività e promozione generale del progetto.
Il progetto “CartArte” è destinato a giovani, principalmente NEET di età compresa tra i 16 e i 35 anni, provenienti soprattutto dal Comune di Pellezzano, ma si prevede una consistente presenza di beneficiari provenienti anche dai comuni limitrofi. Per questo motivo, il Centro polifunzionale, sede del progetto, fungerà da luogo d’aggregazione giovanile e incubatore di nuove professionalità e progettualità per il territorio, capace di favorire la crescita individuale dei destinatari e lo sviluppo, in chiave sostenibile, del territorio.
Gli obiettivi del progetto sono quelli di fornire ai giovani di Pellezzano e dei territori limitrofi, un’opportunità di crescita professionale e personale, resa unica dal connubio tra due straordinari elementi: la vocazione del territorio all’innovazione nei settori del riciclo dei materiali e della cartotecnica e l’insistente desiderio di riscatto sociale espresso dalle diverse forme associative locali negli ambiti del teatro, della musica, dell’arte in generale e dell’ambiente. Il tutto attraverso la partecipazione attiva ai laboratori, che avranno il principale scopo di formare gli allievi a seconda delle specifiche competenze che possiedono.
Il progetto, in continuità amministrativa, rientra nelle linee dei finanziamenti regionali “Benessere Giovani” seguito a suo tempo dall’attuale Vice Sindaco Michele Murino nella sua qualità di delegato alle Politiche Giovanili che ha passato il testimone al Consigliere Delegato Marco Rago. Inoltre, il progetto ha tra i partner l’associazione giovanile Terre Metelliane, il Circolo Legambiente, l’associazione Liberamente e l’ente di formazione Virvelle Srl.

Antonio De Pascale

Next Post

Mercato S.Severino. L'Associazione "Il Sorriso" dona un banchetto per disabili alla scuola di Sant'Angelo

Ven Nov 9 , 2018
“Siamo molto contenti di aver destinato parte dei proventi donati col 5 per mille – commenta il presidente del sodalizio, Carmelo Cotini – ai bambini che necessitano di una maggiore attenzione e sostegno a scuola”.