MERCATO S. SEVERINO. Si è tenuto lo sciopero degli operai della Ge.Se.Ma. – Ambiente e Patrimonio.

Fabio Iannone

Contestazione civile e tranquilla dinanzi al Comune. Gli operai reclamano tre stipendi e la quattordicesima. Il 13 settembre incontrano il Prefetto di Salerno. La situazione finanziaria della Ge.Se.Ma. è drammatica: al 31 dicembre 2015, aveva 22 milioni e 800mila euro di debiti e ha chiuso l’ultimo esercizio finanziario con una passività di 9 milioni e mezzo di euro. I debiti della Ge.Se.Ma. si sommano a quelli che gravano sul Comune: a fine mese si potrà sapere con più certezza a quanto ammontano quelli dell’Ente locale. “Noi del Pd – dice Fabio Iannone, ex consigliere comunale – esprimiamo solidarietà ai dipendenti della Ge.Se.Ma.. Denunciamo da anni i problemi finanziari della società e del Comune, causati da chi ha governato la città dal 1995 a giugno scorso”.
 
Martedì 13 settembre 2016
MERCATO SAN SEVERINO.Lunedì 12 settembre, gli operai della società municipalizzata “Ge.Se.Ma.”, settore Ambiente e Patrimonio, hanno scioperato, non raccogliendo, in mattinata, presso le abitazioni, la frazione dell’umido, così come prevede invece il calendario del settore. Una protesta annunciata, nei giorni scorsi, con manifesti esposti nei bar e in altri negozi e dovuta al fatto che i lavoratori sono in attesa di riscuotere tre stipendi (gennaio, luglio e agosto 2016) e la quattordicesima di quest’anno. Una rappresentanza degli operai si è recata dinanzi al Comune, inscenando una protesta molto tranquilla e civile. Martedì 13 settembre, una delegazione dei lavoratori, viene ricevuta dal Prefetto di Salerno, Dott.Salvatore Malfi. I dipendenti hanno continuato a lavorare in estate senza percepire lo stipendio. La situazione finanziaria della Ge.Se.Ma. è drammatica: al 31 dicembre 2015, aveva 22 milioni e 800mila euro di debiti e ha chiuso l’ultimo esercizio finanziario con una passività di 9 milioni e mezzo di euro. I debiti della Ge.Se.Ma. si sommano a quelli che gravano sul Comune: a fine mese si potrà sapere con più certezza a quanto ammontano quelli dell’Ente locale. “Noi del Pd – dice Fabio Iannone, ex consigliere comunale – esprimiamo solidarietà ai dipendenti della Ge.Se.Ma.. Denunciamo da anni i problemi finanziari della società e del Comune, causati da chi ha governato la città dal 1995 a giugno scorso”. Non sarebbero stati versati i contributi previdenziali ai dipendenti della Ge.Se.Ma. per alcuni periodi.
 

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. Il Comune risparmia 16mila euro all'anno grazie al sistema di telefonia fissa con tecnologia Voip.

Mer Set 14 , 2016
Tutti gli uffici comunali, compresi quelli periferici (plessi scolastici, isola ecologica, piano di zona, biblio-mediateca, comando di Polizia Municipale), sono adesso in rete grazie al potenziamento della rete wi-fi e al sistema Voip che permette di chiamare gratuitamente tra utenze telefoniche utilizzando un collegamento internet. Baronissi sempre più città smart […]