MERCATO S.SEVERINO. RITROVATA, SULLA COLLINA "CASCIERA" DI PIAZZA DEL GALDO, UNA BOMBA DELLA II GUERRA MONDIALE.

Vito Mariano di Mercato S.Severino (irnonotizie.it)

La bomba della II guerra mondiale ritrovata a Mercato S.Severino (irnonotizie.it) -1

La bomba della II guerra mondiale ritrovata a Mercato S.Severino (irnonotizie.it) -2

L’ha ritrovata Vito Mariano, appassionato di montagna e di equitazione. I dettagli.
 
 
 
 
 
 
Mercoledì 31 dicembre 2014
MERCATO S.SEVERINO. Emergono ancora tracce in città della II guerra mondiale.
Infatti, Vito Mariano (nella foto sopra, a sinistra), un appassionato di montagna nonche’ esperto di cavalli e guida qualificata della Federazione italiana sport equestri (Fise), ha ritrovato una bomba (nelle  due foto) probabilmente un residuato del II conflitto mondiale, sulla collina “Casciera”, nella frazione Piazza Del Galdo.
“L’altro ieri pomeriggio – spiega Vito Mariano a irnonotizie.it – passeggiavo in montagna in località “Casciera”, come spesso faccio in quanto sono un amante della natura. Ad un certo punto, ho visto spuntare dal terreno un oggetto di metallo. Mi sono avvicinato ad esso e ho scoperto che si trattava di una bomba. L’ordigno fuoriusciva di circa 40 centimetri dal terreno, mentre un’altra parte affondava nel terreno. Ho telefonato subito ai carabinieri e li ho avvisati”.
E’ probabile che le piogge intense dell’ultimo periodo abbiano dilavato il terreno, facendola emergere.
Nella giornata di ieri, era previsto un sopralluogo dai militari dell’Arma della locale compagnia, comandata dal capitano Rosario Basile.
Ora, la prassi prevede che gli artificieri dell’esercito rimuovano la bomba per farla poi brillare in un luogo sicuro. Da verificare se nella zona si trovano altri ordigni simili.
Con ogni probabilita’, si tratta di una bomba sganciata dagli aerei degli Alleati sulle postazioni tedesche in ritirata verso il centro-nord dell’Italia.
La II guerra mondiale causò vittime anche tra i civili in città. Ad esempio, il 13 settembre 1943, una bomba centrò la canonica adiacente alla chiesa detta comunemente “Parrocchiella” di corso Diaz, uccidendo il parroco, don Vito De Nicola, e sua sorella.

Antonio De Pascale

Next Post

VALLE DELL'IRNO. UNA FITTA NEVICATA IMBIANCA IL COMPRENSORIO.

Mer Dic 31 , 2014
A Mercato S.Severino chiusa al traffico veicolare, a causa del ghiaccio formatosi sulla carreggiata, via Eliseo, la Strada provinciale 309 che bypassa il centro di alcune frazioni.