MERCATO S.SEVERINO. OSPEDALE "FUCITO", IL CONSIGLIERE COMUNALE CARLO GUADAGNO PROMUOVE UNA PETIZIONE POPOLARE A DIFESA DEL NOSOCOMIO.

Guadagno: “chiedo, in particolare, che restino i reparti di pediatria e ginecologia”. Il Sindaco Romano: “con la “casa del parto naturale” e la “banca del latte materno”, a S.Severino si continuerà a nascere”. 
 
 
Venerdì 19 settembre 2014
MERCATO S.SEVERINO.Una petizione popolare a difesa dell’ospedale “Fucito” di Curteri. A promuoverla, è Carlo Guadagno (nella foto sopra), Consigliere Comunale di minoranza e Consigliere Provinciale uscente.
“Ho iniziato – dice Guadagno – a raccogliere le firme dei cittadini, che inoltrerò a Vincenzo Viggiani, manager dell’azienda ospedaliera universitaria “S.Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, di cui il “Fucito” fa parte, e al sindaco Giovanni Romano. Chiedo che l’ospedale non venga depotenziato – perchè serve l’Irno, il Montorese, parte dell’Agro, l’Università – e la permanenza dei reparti di ginecologia e pediatria”.
“Infatti – prosegue Guadagno – col nuovo atto aziendale, in fase di approvazione, c’è il rischio che tali reparti vengano trasferiti altrove. Ciò non deve avvenire, perchè sono molto produttivi, come testimoniano le centinaia di parti che ogni anno avvengono presso il nostro nosocomio”.
Tale argomento è stato al centro di un recente consiglio intercomunale della Valle dell’Irno, promosso dal sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante.
Il sindaco Romano ha rassicurato sulle sorti future dell’ospedale. “Secondo la proposta dell’atto aziendale – dice Romano – il nostro ospedale avrà 129 posti letto contro i 109 di oggi. L’atto aziendale dimostra che il nostro ospedale mantiene il pronto soccorso e tutti i reparti destinati a garantire la salute dei cittadini. Con la “casa del parto naturale” e la “banca del latte materno”, a S.Severino si continuerà a nascere. Abbiamo segnalato la strada da seguire per poter mantenere al “Fucito” anche la ginecologia, facendo riferimento al Decreto del Presidente Caldoro, quale Commissario per la Sanità, n.49 del 2010″.

Antonio De Pascale

Next Post

MERCATO S.SEVERINO. DOPO LA PROTESTA DEGLI ALUNNI DEL LICEO SCIENZE UMANE, PARLA LA PRESIDE, LUIGIA TRIVISONE:

Sab Set 20 , 2014
“non ci sono alternative: il liceo scienze umane o va nel plesso di Carifi o sostiene i doppi turni con l’altro indirizzo nella sede dell’ex Tribunale”. I dettagli.