MERCATO S.SEVERINO. Liceo "Virgilio", gli studenti già scioperano.

Dopo appena 11 giorni dall’inizio dell’anno scolastico, ieri gli alunni hanno disertato le lezioni perché mancava la corrente elettrica nel plesso scolastico. Entro 1 anno, dovrebbe essere pronto il nuovo istituto, a S.Vincenzo. I dettagli.
 
 
Martedì 26 settembre 2017
Antonio De Pascale
MERCATO S. SEVERINO. Dopo appena 11 giorni dall’inizio dell’anno scolastico, i settecento studenti del liceo classico, scientifico e linguistico Virgilio, ieri mattina hanno già scioperato a causa della mancanza della corrente elettrica che serve il plesso scolastico. La dirigente scolastica, Luigia Trivisone, ha fatto subito intervenire una ditta per risolvere il problema. Quello di ieri mattina è solo l’ultimo dei problemi che attanaglia l’istituto. La scuola, che comprende anche gli indirizzi in scienze umane (ubicato a Carifi), il ragioneria (a Pandola) e altre sezioni del linguistico (nell’ex sede del Tribunale), è divisa in quattro plessi. Gli studenti del classico, scientifico e linguistico ospitati presso il centro sociale Marco Biagi, non hanno una palestra e, solo quando non piove, possono usufruire del vicino campo da calcio dei frati francescani per fare educazione fisica. La palestra del ragioneria è staccata dal plesso principale e gli alunni devono percorrere a piedi una cinquantina di metri per raggiungerla. A metà degli anni ’90, la Provincia, allora guidata dall’ex presidente Alfonso Andria, iniziò a discutere della costruzione del nuovo istituto. Le frane del  5 maggio ’98 e la successiva definizione delle zone rosse, bloccarono il progetto. Gli ex consiglieri provinciali Enzo Farace e Carmine Ansalone, dovettero fronteggiare l’ostracismo di alcuni proprietari terrieri che si opponevano agli espropri dei terreni in cui costruire la nuova scuola. Con l’ex Presidente Edmondo Cirielli, si diede inizio alla costruzione del nuovo plesso, nella frazione San Vincenzo, ma il patto di stabilità bloccò l’opera. Un anno fa, col Presidente Giuseppe Canfora, ci fu la ripresa dei lavori che dovrebbero ultimarsi entro un anno.

Antonio De Pascale

Next Post

UNIVERSITA'. L'Unisa raddoppia le Scuole di Specializzazione riconosciute dal Ministero.

Mer Set 27 , 2017
Il totale delle scuole accreditate e gestite in autonomia dall’Ateneo, è salito a quota 13, rispetto alle 6 dell’anno precedente. Soddisfatto il Rettore, Tommasetti. I particolari