MERCATO S.SEVERINO. Il Consiglio comunale è già a rischio scioglimento?.

Luciano Lombardi

Fabio Iannone

Sarebbe la conseguenza della mancata approvazione, entro il 31 luglio scorso, del riequilibrio di Bilancio. Il ViceSindaco, Luciano Lombardi: “procedura in fase di conclusione”. Patrizia Frallicciardi (Pd): ” il sindaco dovrebbe porsi il problema di far conoscere alla città quali sono gli obiettivi che intende raggiungere, legati al bilancio”.
 
Antonio De Pascale
MERCATO S. SEVERINO. Il nuovo Consiglio comunale, insediatosi lo scorso 17 luglio, è già a rischio scioglimento. Il motivo è legato alla mancata approvazione, da parte del Consiglio comunale, del riequilibrio di bilancio, che doveva avvenire entro il 31 luglio. Una settimana fa, Fabio Iannone, presidente del Consiglio, aveva sollecitato il sindaco a inviargli la proposta di deliberazione. Arriverà una diffida da parte della Prefettura di Salerno. Critica la segretaria del Pd, Patrizia Frallicciardi: “la città – dice – ancora non conosce le linee programmatiche dell’amministrazione Somma. Ancor prima di affrettarsi a rassicurare tutti sull’approvazione degli atti riguardanti il bilancio, il sindaco dovrebbe porsi il problema di far conoscere alla città quali sono gli obiettivi che intende raggiungere, legati al bilancio”. Luciano Lombardi, assessore al bilancio e vicesindaco replica: “l’istruttoria è quasi completa e in queste ore gli uffici preposti stanno completando la stessa. E’ una manovra complessa, che presuppone una verifica su dati che non appartengono a questa amministrazione. Ci sono stati alcuni eventi che sono stati oggetto di doveroso approfondimento e che hanno ritardato tutto l’iter. Si sta facendo troppa demagogia attorno alla vicenda, soprattutto considerato che, in alcuni casi, a parlare sono soggetti che non so a che titolo lo facciano”. La polemica continua.

Antonio De Pascale

Next Post

FISCIANO. "La Solidarietà" promuove altri due progetti.

Ven Ago 4 , 2017
L’Associazione del Presidente Alfonso Sessa impegnata contro la ludopatia e per favorire l’utilizzo dei defibrillatori negli Enti locali. I dettagli.