Mercato S.Severino. Il Comune chiede alla Regione l’adesione alla Zona economica speciale

Mercoledì 14 agosto 2019

MERCATO S. SEVERINO. Includere le aree produttive di Mercato San Severino nel perimetro della zona economica  speciale (ZES), istituita dalla Regione Campania nel 2018, “perché i nostri imprenditori possano  beneficiare di specifici interventi e di condizioni favorevoli in termini doganali, fiscali, finanziari e amministrativi”.

Lo chiede, a gran voce, il Sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma, con una lettera  di ieri mattina al Presidente della Regione Campania, sottoscritta con l’assessore alle attività produttive, Michela Amoroso, diretta anche all’assessore regionale alle attività produttive, Antonio Marchiello ed a Confindustria Salerno, “in considerazione” – si legge – “della revisione che la Regione Campania si è riservata di effettuare”.

“ L’obiettivo – dice il primo cittadino –“è garantire la presenza nella Zes delle nostre aree Pip : i comparti  di Oscato, Monticelli e San Felice, l’area produttiva di Sant’Angelo-Costa e la costituenda area di Curteri, per la quale si sono registrate diverse manifestazioni di interesse.  L’ASI di Fisciano-Mercato S. Severino è compresa nell’elenco originario; sono escluse, invece, queste zone, immediatamente limitrofe, che, al momento, non possono usufruire dei vantaggi che la legge riserva. Aree funzionalmente con caratteristiche analoghe, per infrastrutture e logistica, sia sul piano territoriale che degli insediamenti industriali, auspicando lo sviluppo e l’ampiamento delle attività presenti e per  attrarre l’insediamento di nuove imprese, che vuol dire nuovi investimenti e posti di lavoro”.

“Il piano di sviluppo strategico per l’istituzione delle Zona Economica Speciale, “ZES Campania” – aggiunge l’assessore alle attività produttive, Michela Amoroso – “ è stato elaborato in attuazione del decreto legge  20 giugno 2017, n. 91 “Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno”, che  mira a favorire  l’applicazione di benefici fiscali e di semplificazioni per il sistema produttivo e logistico territoriale, in aree geograficamente delimitate e chiaramente identificate, anche non territorialmente adiacenti, purché con un nesso economico funzionale, e che comprendano almeno un’area portuale con le caratteristiche stabilite dal regolamento UE”.

“La lettera di ieri mattina ” – chiude Somma –“ inoltrata al Presidente della Regione Campania  de Luca, reca anche, in allegato, l’adesione da parte delle ventitrè aziende stanziate nelle aree produttive di Mercato San Severino, a conferma di un percorso, avviato e coordinato dall’Amministrazione Comunale, che ha visto il coinvolgimento e l’interesse di tutti gli operatori interessati, consapevoli degli evidenti vantaggi e benefici  che la revisione potrà generare per l’economia del territorio. Siamo fiduciosi, ma anche orgogliosi per quest’iniziativa sinergica, che ha visto, convintamente, confluire tutti i soggetti istituzionali, consapevoli che conseguire il risultato significa  migliorare le condizioni dell’economia del territorio e determinare condizioni adeguate per nuovi investimenti e nuova occupazione.”

Antonio De Pascale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Il Comandante generale del Corpo delle Capitenerie di Porto visita la Capitaneria di Porto di Salerno

Ven Ago 16 , 2019
Venerdì 16 agosto 2019 SALERNO. Nella giornata di ieri, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, si è recato in visita presso la Capitaneria di Porto di Salerno, accompagnato dal Direttore Marittimo della Campania, Ammiraglio Ispettore Pietro Giuseppe Vella e dal Capo del […]