MERCATO S.SEVERINO. Il centro commerciale "Plaza" diventa cardioprotetto.

Fiore e Sessa

Il 19 marzo verrà installato un defibrillatore nel “Plaza”. “La Solidarietà” formerà i negozianti per le manovre salvavita attraverso i corsi Blsd. I dettagli.
 
 
 
 
Martedì 15 marzo 2016

MERCATO S.SEVERINO. Grazie all’Associazione di Volontariato “La Solidarietà” di Fisciano, il Centro Commerciale “Plaza” di Mercato S. Severino diventa il primo Centro cardio-protetto in Provincia di Salerno. Nel corso di una conferenza stampa, tenutasi ieri pomeriggio (14 Marzo), presso la sede distaccata del sodalizio di volontariato all’interno del centro commerciale, il Presidente de “La Solidarietà”, Alfonso Sessa, ha spiegato i dettagli di una operazione di prevenzione che rientra nell’ambito delle tante iniziative a carattere socio-sanitario ed emergenziale promosse da “La Solidarietà”, che permetteranno, sabato prossimo, l’installazione di un defibrillatore all’interno del “Plaza”.
All’incontro con la stampa ha partecipato anche il neodirettore del “Plaza”, Giuseppe Fiore, che ha lodato l’iniziativa messa a punto dall’associazione di volontariato. “Con grande orgoglio – ha dichiarato il Presidente Sessa – presentiamo l’installazione del primo defibrillatore all’interno del Centro Commerciale “Plaza” di Mercato S. Severino al fine di utilizzarlo nei casi di emergenza. Da gennaio, infatti, dopo il caso Morosini, l’uso dei defibrillatori è diventato obbligatorio in tutti i centri o impianti sportivi. Ebbene, la nostra associazione, recependo questo provvedimento legislativo, ha voluto estendere questa norma, consentendo l’installazione di un defibrillatore anche all’interno di un centro commerciale come il Plaza, che penso sia il primo in tutta la Provincia di Salerno concepito come centro cardio-protetto”.
Il defibrillatore che verrà installato all’interno del centro è di quelli di ultima generazione, che permette il rilascio di due tipi di scariche elettriche, una per gli adulti e l’altra per i bambini. Infatti, esso presenta una doppia funzionalità regolabile attraverso una leva che consente di passare da un uso dello stesso per gli adulti con scarica più intensa o a un uso per gli infanti, attraverso il rilascio di una scarica meno intensa.
“Ringrazio – ha continuato Sessa – il gestore del “Plaza”, Dario Maiellaro, che ha donato il defibrillatore e il direttore del centro, Giuseppe Fiore, che ha mostrato grande sensibilità e disponibilità per questa iniziativa. Giovedì, con la preziosa collaborazione della responsabile del centro formazione della nostra associazione, la dott.ssa Lidia Pepe, verrà organizzato il primo corso di pronto soccorso per formare i negozianti, che gestiscono le attività all’interno del centro, all’utilizzo del defibrillatore. La nostra associazione, infatti, ha ottenuto, tramite un decreto della Regione Campania, l’abilitazione quale ente di formazione per il rilascio degli attestati Blsd (Basic Life Support and Defibrillation), consentendo così ad enti, cittadini e associazioni interessati di partecipare a specifici corsi di formazione per le manovre salvavita e l’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici.”
Sabato 19 marzo, in mattinata, ci sarà la cerimonia inaugurale per l’installazione del defibrillatore semiautomatico che verrà posizionato in una teca, pronto ad essere utilizzato in caso di emergenza.
 

Antonio De Pascale

Next Post

MERCATO S.SEVERINO. Il Comune contro la creazione del marchio "San Marzano Igp".

Mar Mar 15 , 2016
“Condividiamo la presa di posizione della Coldiretti – dice il sindaco Romano – nella convinzione che la creazione del marchio San Marzano IGP sarebbe pregiudizievole per le motivazioni stesse della Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.), che tutela la specificità della materia prima impiegata nella produzione del pomodoro pelato “San Marzano […]