MERCATO S.SEVERINO. I DANNI DEL MALTEMPO:

Carlo Guadagno

resta da rifare il manto stradale di via Faraldo e di due arterie provinciali. Il Consigliere Guadagno scrive al Sindaco: “si controlli l’alveo del Solofrana, soprattutto nel tratto coperto del trincerone”. I particolari.
 
 
 
Mercoledì 21 gennaio 2015
MERCATO S.SEVERINO. Grazie al lavoro dei volontari della protezione civile “Epi”, “Emergenza pubblica Irno”, coordinati da Giovanni Molinaro, sono stati risolti quasi tutti i problemi causati dalle piogge abbondanti di sabato e domenica scorsi in città.
Resta da risolvere, però, quello principale, rappresentato dall’asfalto saltato sulle seguenti strade: via Faraldo, nei pressi del sottopasso ferroviario; Via Eliseo, la strada provinciale numero 309 che bypassa il centro delle frazioni Curteri, S.Angelo, Ospizio e Piazza Del Galdo; ancora, l’altra arteria provinciale che attraversa il centro delle frazioni Ospizio e Piazza Del Galdo, vicino alla scuola media inferiore “Capitano Donato Somma”.
In queste zone la potenza dell’acqua ha sollevato diversi metri di asfalto, lasciando buche e avvallamenti sulle carreggiate. Rimosso dai volontari dell’ “Epi” anche il terreno franato nelle frazioni Acquarola e Pandola.
Domenica l’Epi, il cui ruolo è prezioso, aveva rimosso anche l’acqua che aveva invaso i garage della compagnia dei carabinieri.
“La situazione – dice Molinaro – è tornata quasi del tutto alla normalità. Ora, bisognerà rifare il tappetino d’asfalto sulle strade provinciali citate. Particolarmente urgente appare l’intervento su via Eliseo che presenta buche, avvallamenti e toppe di asfalto. In questi giorni è prevista di nuovo la pioggia, ma non c’è, finora, nessuna allerta”.
Intanto, Carlo Guadgano, consigliere comunale di minoranza (“Idea Comune”), ha protocollato al Comune una lettera indirizzata al sindaco, Giovanni Romano, chiedendogli interventi di manutenzione del territorio.
“E’ necessario – dice Guadagno – far eseguire un controllo dell’alveo del torrente Solofrana, in particolare nel tratto del trincerone (via Solofrana), percorso da decine di auto ogni giorno e posto al centro della città. Ci chiediamo se l’alveo in questo tratto possa essere ostruito da rifiuti ingombranti, tali da fare da “tappo” allo scorrimento dell’acqua”.
“Altri controlli – prosegue Guadagno – vanno fatti sul torrente Solofrana nella frazione Pandola, dietro alla caserma dei carabinieri, visto che i terreni agricoli circostanti, domenica scorsa, sono stati invasi dall’acqua, e nel tratto situato di fronte a piazza Dante. Il Comune chieda al Consorzio di bonifica e al Genio civile gli opportuni interventi. In caso contrario, promuoveremo una petizione popolare”.

Antonio De Pascale

Next Post

PELLEZZANO. L'ASSOCIAZIONE "RAGGIO VERDE" AVVIA LA CAMPAGNA DI TESSERAMENTO 2015.

Gio Gen 22 , 2015
Previsti il rinnovo degli organi sociali e l’apertura di nuovi sportelli in tutta la provincia di Salerno. I particolari.