MERCATO S.SEVERINO. Agonia "Ge.Se.Ma.", rinviata l'udienza per dichiarare il fallimento della società.

Incontro alla Regione il 6 febbraio. Ferie obbligatorie per alcuni dipendenti, che vantano cinque stipendi arretrati e la tredicesima. I dettagli.
 
 
Sabato 28 gennaio 2017
MERCATO S. SEVERINO. Continua l’agonia della società Ge.Se.Ma.. Ieri mattina, al Tribunale Fallimentare di Nocera Inferiore, era prevista l’udienza che avrebbe dovuto sancire il fallimento della società in house del Comune. Ma i giudici hanno rinviato l’udienza, con data da definire. In città è giunta notizia che tale decisione sarebbe stata motivata dalla necessità di pagare alcuni stipendi arretrati ai dipendenti (da settembre 2016 a oggi, più la tredicesima) e, dunque, sarebbe stato necessario mantenere ancora attiva la società. La Ge.Se.Ma. potrebbe beneficiare di un periodo di gestione provvisoria, che potrebbe durare uno o due mesi. Ma la dichiarazione di fallimento sembra solo procrastinata. Mentre per i trentasette dipendenti del ramo ambiente della società è subentrato il passaggio di cantiere presso l’altra società che cura la raccolta differenziata dei rifiuti, per i ventinove dipendenti del ramo patrimonio, al momento, non si intravedono alternative professionali. I dipendenti, pochi giorni fa, hanno inviato una lettera al presidente della commissione attività produttive – commercio – turismo della Regione Campania, Nicola Marrazzo, chiedendo un incontro per tentare di trovare una soluzione alla complessa situazione societaria. Ieri è arrivata la risposta, con cui il rappresentante della Ge.Se.Ma. e i sindacati sono stati convocati in Regione per il prossimo 6 febbraio. Intanto, l’amministratore unico della Ge.Se.Ma., Daniele Meriani, ha emanato una comunicazione di servizio, con cui i dipendenti dovranno andare in ferie da lunedì prossimo e fino a nuova comunicazione, ad eccezione di otto dipendenti che garantiranno i servizi minimi essenziali.

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. Dal 30 gennaio in servizio un nuovo scuolabus.

Lun Gen 30 , 2017
E’ il quarto acquistato in due anni dall’attuale amministrazione, che ha provveduto ad un rinnovamento totale del parco auto destinato al trasporto scolastico.