Mercato S.Severino. Contributi a Cittadini morosi incolpevoli

Vengono assegnati ai destinatari di provvedimento di sfratto: ecco chi ne ha diritto.
 
 
Lunedì 28 gennaio 2019

MERCATO S. SEVERINO. E’ stato pubblicato il 22 gennaio, all’albo pretorio on line e sul sito del Comune di Mercato S. Severino, il bando pubblico di concorso per l’erogazione di contributi ai cittadini morosi incolpevoli, annualità 2018.

“L’avviso” – comunica l’assessore alle politiche sociali, Giuseppe Albano – “ riguarda fondi per sostenere gli inquilini in condizione di morosità incolpevole e soggetti a provvedimento di sfratto. Alla domanda di partecipazione, da consegnare a mano all’Ufficio URP o da inoltrare a mezzo raccomandata, con fotocopia di documento di riconoscimento, dovranno essere allegati, pena l’esclusione: dichiarazione sostitutiva unica, ai sensi di legge, debitamente compilata in ogni sua parte, per la verifica della situazione economica e patrimoniale del nucleo familiare; il contratto di locazione registrato, lo stato di famiglia storico e il certificato di residenza storico; documenti idonei a dimostrare il possesso dei requisiti soggettivi e oggettivi di cui al punto 2 dell’avviso; dichiarazione ISE ed ISEE per l’annualità precedente a quella di riferimento del bando”.
“La morosità incolpevole” – precisa il Sindaco Antonio Somma  – “si verifica per sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo, a causa  della perdita o della consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare. La Regione Campania ha proceduto, con provvedimento del dicembre 2018, al riparto delle disponibilità tra i Comuni ad alta tensione abitativa. Occorre chiarire che il bando non comporta alcun onere per l’ente, poiché l’intervento è subordinato all’effettiva erogazione del finanziamento da parte della Regione Campania”.
“L’inquilino moroso incolpevole” – prosegue l’assessore – “che intende presentare domanda,  deve possedere i seguenti requisiti: reddito ISE non superiore ad euro 35.000,00 o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore ISEE non superiore a 26.000,00 euro;  destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida;  titolare di un contratto di locazione per uso abitativo, regolarmente registrato, relativo a un immobile non di edilizia residenziale pubblica (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie A1, A8 e A9); residenza da almeno un anno  nell’alloggio oggetto della procedura di rilascio; cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all’Unione Europea oppure, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE, possesso di un regolare titolo di soggiorno ai sensi di legge. Costituisce criterio preferenziale per il contributo la presenza nel nucleo familiare di almeno un componente che sia: ultrasettantenne, o minore, o con invalidità accertata per almeno il 74%, o in carica ai servizi sociali o alle aziende sanitarie locali per l’attuazione di un progetto assistenziale individuale. I contributi sono erogati fino a 8.000,00 euro per morosità incolpevole accertata, qualora il periodo residuo del contratto non sia inferiore a due anni, con contestuale rinuncia all’esecuzione del provvedimento di rilascio dell’immobile; fino ad un massimo di  6.000,00 euro per ristorare la proprietà dei canoni corrispondenti alle mensilità di differimento qualora il proprietario dell’immobile consenta il differimento del rilascio dell’immobile per il tempo necessario a trovare un’adeguata soluzione abitativa.”.
“Tutti i dati raccolti “- chiude Albano –“saranno trasmessi alla Regione Campania e potranno essere comunicati al Ministero delle Finanze e alla Guardia di Finanza per i controlli previsti. Per ulteriori informazioni e per il ritiro del modello di domanda, occorre rivolgersi all’Ufficio Politiche Sociali, (piazza Ettore Imperio, 6 – tel.  089/826825)”.
 

Antonio De Pascale

Next Post

Baronissi. Palazzo Cuoco diventa polo di formazione per l'artigianato

Mar Gen 29 , 2019
Nascerà un polo di formazione artigianale per i giovani e i disabili.