MERCATO S.SEVERINO. Comune, agevolazioni per i contribuenti.

Il Consiglio Comunale ha approvato la modifica dell’art. 15 del Regolamento “Entrate Comunali” e l’adesione al DL 148 riguardante la definizione agevolata delle entrate. Promotore è stato l’Assessore e ViceSindaco Luciano Lombardi.
 
 
Sabato 13 gennaio 2018
MERCATO S. SEVERINO. Il Consiglio Comunale, nella seduta di giovedì 11 gennaio, ha approvato la modifica dell’art. 15 del Regolamento “Entrate Comunali” oltre ad approvare l’adesione al DL 148 riguardante la definizione agevolata delle entrate.
Proponente per entrambi i provvedimenti, l’Assessore alle Entrate Tributarie, nonché vicesindaco, Luciano Lombardi, che esprime viva soddisfazione per il risultato conseguito con l’approvazione in Consiglio Comunale.
“Si tratta – afferma l’Assessore Lombardi – di due provvedimenti che confermano la linea dell’Amministrazione di instaurare con i contribuenti un circuito virtuoso teso sicuramente a favorire il recupero da parte dell’Ente dei tributi ancora da incassare evitando, al tempo stesso, che questo recupero si trasformi in disagio per i cittadini in maggiore difficoltà economica. E’ la linea di chi, nei limiti di quanto la legge consente, prova a mettere a disposizione dei contribuenti tutti gli strumenti e le agevolazioni possibili per mettersi in regola con il pagamento delle imposte.
L’adesione al DL 148 – continua Lombardi – autorizza l’Ente ad eliminare le sanzioni per le ingiunzioni fiscali emesse e notificate entro il 16 ottobre 2017. Il contribuente è chiamato a produrre apposita istanza entro il 31 marzo prossimo, con la possibilità di rateizzare il carico tributario in 4 rate mensili aventi come termine ultimo di scadenza il 30 settembre 2018.
Una possibilità quindi “a termine”, che consentirà in ogni caso, agli aderenti che riceveranno l’accoglimento dell’istanza, un notevole risparmio laddove le sanzioni rappresentato spesso una discreta quota del carico tributario”.
La modifica del regolamento entrate comunali si rivolge invece ad una più ampia fetta di utenti e non ha limiti temporali.
“Si tratta di un provvedimento che, di fatto, completa quanto approvato per la definizione agevolata in quanto resterà in vigore anche quando saranno decorsi i termini per aderire alla definizione agevoata. Andiamo ad ampliare – continua Lombardi – la durata massima di rateizzo consentita, sia per gli avvisi di accertamento, sia per le ingiunzioni. Per fare qualche esempio, per debiti da 0 a 1.000 euro, si passa da 6 mesi a 12 mesi, per i debiti da 3.000 a 6.000 euro, si passa da 18 a 24 mesi, mentre i debiti superiori a 12.000 euro, potranno essere rateizzati in 3 anni. Ciò significa una diminuzione della rata mensile che va dal 20% al 50% a seconda della fascia di debito”.
Cambia anche l’importo iniziale da corrispondere per accedere al piano di rientro che passa dal 25% al 10%. Anche questo, è un tema molto importante se pensiamo che, sono stati davvero tanti i casi di contribuenti che hanno rinunciato finanche a chiedere un piano di rateizzo per l’impossibilità a versare il 25% iniziale.
“Così come tanti sono stati i piani di rateizzo che in passato sono stati accesi e poi non conclusi per le difficoltà finanziarie dei contribuenti. Il nuovo regolamento – annuncia, con soddisfazione, Lombardi – concede una nuova opportunità di rateizzo del debito residuo anche a coloro i quali sono stati già fruitori di un piano di rateizzo in passato, piano poi decaduto per mancato pagamento delle rate.
Il provvedimento conferma i limiti esistenti per poter accedere al rateizzo e vale a dire un ISEE del nucleo familiare di 18.000 euro, aumentato di 2.000 euro per ogni figlio, inserendo – conclude Lombardi – la possibilità di accedere anche per chi, pur in presenza di ISEE più alto, attesti una sopraggiunta difficoltà finanziaria come può essere ad esempio la perdita del posto di lavoro”.
 

Antonio De Pascale

Next Post

MERCATO S.SEVERINO. Tornano le sagre nei weekend.

Sab Gen 13 , 2018
Grazie a una modifica del Regolamneto comunale, proposta dal Vicesindaco, Luciano Lombardi, e dal Consigliere comunale Gerardo Figliamondi, le sagre che offrono prodotti tipici locali, potranno essere organizzate nei fine settimana. Sconti sui costi a carico degli organizzatori.