MERCATO S.SEVERINO. BRUCIATA LA BANDIERA DELLA SEZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO. DIVELTA QUELLA DI FRATELLI D'ITALIA.

E’ il quarto atto vandalico ai danni della sezione del Pd. Frallicciardi, segretario del Pd: “Credo si tratti di una bravata”. Il Sindaco Romano: “solidarietà umana e politica agli amici del Pd”. I dettagli.
 
 
 
 
Lunedì 15 settembre 2014
MERCATO S.SEVERINO.Un scherzo del buontempone di turno o un’azione politica di matrice illiberale? La domanda sorge spontanea dopo l’atto vandalico ai danni delle sezioni del Partito Democratico e di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, situate una di fronte all’altra in via Orefici. Nella notte tra sabato e domenica scorsi ignoti hanno bruciato parte della bandiera del Pd (nella foto sopra: clicca sull’immagine per ingrandirla) posta dinanzi alla sede del partito e hanno divelto quella issata all’esterno della sezione di Fdi-An, la quale funge anche da punto di ritrovo per gli esponenti delle tre liste civiche (“Civica per S.Severino”, “Uniti per S.Severino”, “Patto per S.Severino”) che sostengono il sindaco Giovanni Romano in Consiglio Comunale. E’ il quarto atto vandalico ai danni della sezione del Pd. In tre episodi precedenti, ignoti hanno spezzato l’asta di plastica su cui è fissata la bandiera del partito Progressista, lasciando, poi, il vessillo a terra. Per la sede di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, invece, è il primo fatto del genere.
“Credo si tratti di una bravata – dice Patrizia Frallicciardi, segretario cittadino del Pd (nella foto sopra) -. Non credo che ci siano altre motivazioni. Esprimo solidarietà ai militanti di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale”.
E il sindaco Romano (nella foto sopra)  ricambia: “purtroppo – dice – alla stupidità non c’è limite. Fortunatamente, è una caratteristica di pochi che non riusciranno a condizionare, con questi gesti, la civile convivenza della nostra comunità e delle sue forze politiche”.
“Nessuna reazione – prosegue Romano – ma solo commiserazione per chi è aduso a sfogare le proprie frustrazioni in questo inqualificabile modo. Solidarietà umana e politica agli amici del Pd”.
Negli anni passati, si sono registrati gesti di intolleranza politica in città. Sulla sezione di Rifondazione Comunista comparvero frasi di estrema destra. L’ex sezione di An fu danneggiata.E, di tanto in tanto, compaiono frasi di estrema destra e di estrema sinistra sui muri della città.

Antonio De Pascale

Next Post

UNIVERSITA' DI SALERNO. PROTOCOLLO D'INTESA A SOSTEGNO DELLA MOBILITA' STUDENTESCA.

Mar Set 16 , 2014
Aderiscono diversi Comuni del Salernitano. I dettagli.