CALVANICO. VANDALI ABBATTONO 300 ALBERI NELLA VALLE DEGLI ANTICHI MULINI.

Sconcerto in paese per il gravissimo episodio. I dettagli.
 
 
 
Martedì 6 gennaio 2015
CALVANICO. Danneggiata, da ignoti vandali, l’intera Valle degli Antichi Mulini, con l’abbatimento di oltre 300 alberi da frutta.
(Nelle foto sopra: due particolari degli alberi abbattuti dai vandali a Calvanico)
Nei giorni a cavallo del Capodanno, a Calvanico, in pieno Parco Regionale dei Monti Picentini, ignoti vandali hanno distrutto, con violenza inaudita, un’intera area conosciuta in tutta la zona come un’oasi di bellezza incontaminata: la Valle degli Antichi Mulini, in località “Acqua della Nocciola”.
L’azione di violenza è stata di una brutalità e di un efferatezza senza precedenti in quest’area. Un’intero noccioleto da frutto e numerose altri alberi come noci e finanche giovani olivi e corbezzoli, sono stati tagliati a circa un metro di altezza dal terreno, lasciando la cima divelta a terra, per un totale di oltre 300 alberi.
La modalità di intervento denota sicuramente il fatto che a compierla siano state persone fornite di motosega e di una buona abilità di utilizzo dei mezzi.
L’area devastata è grande quanto 3 campi di calcio circa e in essa vi sorgeva un Agricampeggio gestito da una famiglia del posto, che aveva recuperato, ormai oltre 10 anni fa, i ruderi del vecchio Mulino, trasformandolo in un luogo dalla bellezza senza tempo.
Questo posto, oltre che per la sua bellezza, era apprezzato anche per essere diventato ormai la sede di numerose attività didattiche organizzate dall’Accademia Mediterranea di Societing e dal collettivo di ricerca e innovazione rurale “Rural Hub”.
In particolare, l’attività di recupero della memoria dell’antica tecnica della Carbonaia “o Catuozzo”, giunta nello scorso agosto 2014 al terzo anno, faceva accorrere nel piccolo paese montano 25 ragazzi ogni anno nel mese di Agosto, provenienti da tutto il mondo.
 
 

Antonio De Pascale

Next Post

FISCIANO. PUBBLICATO IL BANDO PER LA GESTIONE DEL VERDE PUBBLICO.

Mer Gen 7 , 2015
Le domande devono pervenire all’ufficio Protocollo del Comune entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 30 gennaio 2015.