BRACIGLIANO. Inaugurata la villa comunale. Era nel degrado da 15 anni.

Intitolata una strada a Padre Teofilo Giordano. Il Comune si dota di un defibrillatore e del nuovo Piano di protezione civile. Proseguono i lavori pubblici da 2 milioni di euro. Il Sindaco Rescigno: “stiamo cambiando il volto del paese”.
 
Antonio De Pascale
BRACIGLIANO. Era nel degrado e abbandonata a sé stessa da 15 anni. Grazie al lavoro dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonio Rescigno, la villetta comunale situata di fronte al “Palazzo De Simone”, è stata completamente riqualificata. Il sindaco Rescigno l’ha inaugurata alcuni giorni fa, insieme al suo vice, Gerardo Moccia, all’assessore Mimì Moccia, alla presidente del Consiglio comunale, Linda Corvino, al consigliere comunale Claudio Cardaropoli, ai sacerdoti don Emanuel e padre Giovanni, all’associazione dei carabinieri in pensione e a centinaia di cittadini. “Restituiamo al nostro paese – ha detto il sindaco Rescigno – un luogo in cui i bambini e le famiglie possono trascorrere momenti sereni insieme. La villetta è protetta da un sistema di videosorveglianza che trasmette le immagini ai carabinieri e alla polizia municipale: non tollereremo chi danneggia la struttura. Invito i cittadini a rispettare tutti i beni comuni, ben consapevoli che abbiamo poche risorse finanziarie per riparare i danni o realizzare nuove opere. Ringrazio l’ufficio tecnico del Comune, il rup dell’ing.Sabato Landi, i tecnici Pecoraro, Angrisani, Citro, Trezza, De Nisco, Basile e l’impresa “Ferrentino Domenico” per l’ottimo lavoro svolto e la rapidità con cui hanno eseguito l’intervento”.  “Il progetto della villetta – aggiunge l’Assessore Mimì Moccia – rientra in quello complessivo che prevede un investimento di 2 milioni di euro. Si tratta di fondi Por Fesr 2007/2013 per l’accelerazione della spesa. Dunque, il progetto è a costo zero per il Comune. L’intervento complessivo prevede anche la riqualificazione del vecchio Municipio, di via Fabio Filzi e via Cavour, del piazzale dinanzi la caserma dei Carabinieri, della piazza “5 maggio” di Casale con la realizzazione di un campetto sportivo polivalente, e la riqualificazione del campo di bocce. Dopo la realizzazione e l’inaugurazione dell’auditorium presso il Palazzo “De Simone” (investiti 2 milioni di euro circa), la realizzazione di alcuni tratti della rete fognaria per 600mila euro, l’intervento per l’efficientamento energetico  presso la scuola media inferiore di via Angrisani, con l’installazione dell’impianto fotovoltaico, grazie all’investimento di 160mila euro (fondi ministeriali), dunque, stiamo per ultimare un altro intervento importante. Prosegue anche l’iter per l’insediamento delle aziende nell’ambito del P.i.p., Piano di insediamento produttivo, da cui attendiamo nuovi posti di lavoro. Con noi, la raccolta differenziata dei rifiuti è passata dal 61 al 78%, con sconti sulle bollette dei cittadini”. Intanto, grazie all’impegno della Dott.ssa Anna Campanella, Assessore comunale alle politiche sociali, il Comune di Bracigliano si è dotato di un defibrillatore, che è a disposizione dell’intera comunità. Il macchinario salva-vita è stato donato dalla scuola di formazione “Formed”. “Uno strumento – dichiara l’Assessore Anna Campanella – che è determinante per contrastare le cosiddette “morti improvvise”, causate da problemi cardiaci. Ringrazio l’Istituto “Formed” per la preziosa donazione, il sindaco Antonio Rescigno e i colleghi dell’amministrazione comunale che hanno sostenuto l’iniziativa”. Lo scorso 20 maggio, presso l’Aula Consiliare del Comune di Bracigliano, ha avuto luogo la presentazione del nuovo Piano di Protezione Civile, finanziato con fondi europei nell’ambito dei POR CAMPANIA FESR 2007-2013. L’importante strumento di prevenzione è stato redatto dall’arch. Giuseppe Ferrara, esperto del settore, con la collaborazione dell’ing. Gerardina Albano, e rientra in un più ampio progetto, del valore di circa 30.000,00 euro, che ha previsto anche l’acquisto di attrezzature finalizzate al potenziamento dei sistemi atti a gestire l’emergenza: apparecchi radio, tute antincendio per i volontari specializzati ad intervenire in caso di incendi boschivi, cartellonistica stradale con l’indicazione delle aree sicure per la popolazione, brochure informative sui comportamenti da tenere in caso di emergenza. Recentemente, l’amministrazione comunale ha intitolato una strada a Padre Teofilo Giordano, illustre frate francescano minore, sacerdote, filosofo e stimato studioso. La strada dedicata al frate è l’ex via Provinciale Nord, situata nei pressi del convento francescano, presso il quale Padre Teofilo ha operato per 60 anni. “L’amministrazione comunale – dice il sindaco Rescigno – ha ritenuto doveroso intitolare la strada a Padre Teofilo perché fece tanto bene alla nostra comunità. Padre Teofilo fu sacerdote, filosofo, oratore, cittadino onorario di Bracigliano, amato, ammirato e stimato dai braciglianesi. Fu autore di opere letterarie e di pubblicazioni dedicate alla storia di Bracigliano, che hanno lasciato un profondo segno nel nostro paese. Fu anche un prezioso amico per tanti cittadini, che a lui e alla sua saggezza si rivolgevano per avere preziosi consigli. L’intitolazione della via si inquadra anche nell’ottica della valorizzazione della memoria storica della nostra comunità”. Alla cerimonia erano presenti anche gli Assessori Mimì Mocia e Anna Campanella e i consiglieri comunali Domenico Cardaropoli e Gennaro Daniele, il Ministro Provinciale dei francescani, Padre Giuseppe Iandiorio.
(Nelle foto sopra: l’inaugurazione della villetta comunale e la cerimonia di intitolazione della strada a Padre Teofilo Giordano. Clicca sulle immagini per ingrandirle)

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. Intervista a Franco Montuori, Presidente della Polisportiva Due Principati volley, promossa in B1

Dom Giu 26 , 2016
“Un risultato – dice Montuori – frutto di sacrifici e programmazione”. Montuori dirigente vincente: la sua squadra di bocce “Enrico Millo” promossa in serie A.