BARONISSI. Nuovo varco disabili al Comune.

Dal 12 giugno al via ai lavori i lavori di eliminazione delle barriere architettoniche su corso Garibaldi.
 
 
 
 
Mercoledì 7 giugno 2017
BARONISSI. E’ stato inaugurato, ieri mattina, a Baronissi, il varco di accesso per disabili a Palazzo di Città (Nelle foto. Clicca sulle immagini per ingrandirle). Era un intervento atteso da ventuno anni. L’opera è stata interamente finanziata dalla Bcc Monte Pruno Roscigno e Fisciano e ha previsto lo spostamento dello sportello bancomat all’esterno del Palazzo e una complessiva riqualificazione dell’ingresso. La piattaforma è azionabile tramite scheda bancomat e con un sistema azionato dai custodi del Comune, per scongiurare eventuali vandalismi. L’area è videosorvegliata. “E’ un intervento di civiltà e di attenzione per i nostri disabili – per il sindaco Gianfranco Valiante –, il Palazzo comunale è da sempre off limits per le persone diversamente abili, costrette ad accedere agli uffici comunali o dai garage o a spalla. E’ un obiettivo, quello dell’abbattimento delle barriere architettoniche, che ci siamo posti come amministrazione per eliminare qualsiasi ostacolo e rendere la città accessibile a tutti”. Da lunedì 12 giugno partiranno, inoltre, i lavori di eliminazione delle barriere architettoniche lungo i marciapiedi di Corso Garibaldi per favorire le persone costrette su una sedia a rotelle e mamme con i passeggini. Saranno creati scivoli all’inizio e alla fine di ogni marciapiede e all’altezza di tutte le strisce pedonali. I primi interventi riguarderanno il centro cittadino e interesseranno successivamente tutta la città.

Antonio De Pascale

Next Post

BRACIGLIANO. Il 7 giugno l'Assessore regionale Lucia Fortini inaugura il centro per disabili "Betty Faiella".

Mer Giu 7 , 2017
Il Sindaco, Antonio Rescigno: “potenziamo, così, il welfare per i diversamente abili della Valle dell’Irno. Ringrazio l’Ikea che ha donato l’arredamento”. Carmine De Blasio: “E’ un centro diurno con attività laboratoriali, in cui gli utenti sono impegnati otto ore al giorno con attività di socializzazione e animazione”. Intanto, continua la […]