BARONISSI. Il Consigliere Tony Siniscalco: "più forze dell'ordine per la tutela della legalità".

Alfonso Farina

Tony Siniscalco

Dopo le minacce ad Alfonso Farina, Siniscalco propone che la Polizia di Stato, presente all’Università, espleti controlli notturni nella Valle dell’Irno insieme ai Carabinieri della compagnia di Mercato S. Severino.
 
 
Domenica 14 gennaio 2018
BARONISSI. “Ribadisco il mio appoggio alle iniziative che verranno messe in campo per assicurare ai cittadini maggiore sicurezza che possa trasmette più serenità”: lo dichiara il Consigliere comunale Tony Siniscalco, dopo le gravi minacce indirizzate al collega dell’opposizione, Alfonso Farina. Quest’ultimo, infatti, recentemente ha ricevuto una busta contenente un proiettile di pistola e una lettera minatoria.
“Colgo l’occasione – prosegue Siniscalco – per lanciare una proposta che ritengo non solo importante, ma anche fattibile. Ebbene, nonostante il grande e solerte lavoro dei nostri Carabinieri, a cui va la nostra stima e il ringraziamento per l’impegno profuso a tutela del territorio, purtroppo, nelle ore notturne, diminuiscono le pattuglie in servizio, ciò perché molte stazioni dell’Arma dislocate nei Comuni della valle dell’Irno, di notte chiudono, lasciando l’arduo compito ai militari della compagnia di Mercato S. Severino. Dunque, poiché sul territorio abbiamo già presente un posto di polizia di Stato, che attualmente serve l’Università, perché allora non ampliare le loro competenze? Di giorno a tutela dei campus e la notte a supporto delle altre forze dell’ordine. Un lavoro univoco e condiviso per la sicurezza dell’intera comunità della Valle dell’Irno. Auspichiamo che il sindaco Valiante si faccia portavoce presso gli organi preposti perché questa proposta diventi realtà”.

Antonio De Pascale

Next Post

IL VANGELO DI DOMENICA 14/1/2018. IL COMMENTO DEL PROF.ANTONIO LUISI.

Dom Gen 14 , 2018
PROF.ANTONIO LUISI, DOCENTE DI RELIGIONE CATTOLICA AL LICEO CLASSICO “VIRGILIO” E DIACONO PRESSO LA PARROCCHIA “S.MARIA DELLE GRAZIE” DI MERCATO S. SEVERINO.