BARONISSI. I CITTADINI POSSONO INDICARE SULLA CARTA D'IDENTITA' SE VOGLIONO DONARE GLI ORGANI A FINE VITA.

“Con la sperimentazione – dice l’assessore Tony Siniscalco – partirà anche una campagna di sensibilizzazione e informazione sul tema, perché dichiarare di voler donare gli organi è un atto di responsabilità nei confronti della società, un modo per esprimere il proprio impegno civico”. I dettagli.
 
 
Venerdì 21 novembre 2014
BARONISSI.Indicare chiaramente al momento del rilascio (o del rinnovo) della carta d’identità la volontà di donare gli organi a fine vita: sarà possibile al Comune di Baronissi che ha aderito – tra i primi in Italia – al progetto che prevede la raccolta delle dichiarazioni di volontà alla donazione degli organi, direttamente a Palazzo di Città. I cittadini che si presenteranno presso l’Ufficio Anagrafe per il rilascio o il rinnovo della carta d’identità riceveranno anche un modulo da leggere e compilare in cui potranno liberamente esprimere la loro volontà (o anche la non volontà) di donare gli organi dopo la morte, modulo da riconsegnare poi all’Ufficio Relazioni con il pubblico negli orari di apertura dello sportello e che sarà inviato al Sistema Informativo Trapianti per la registrazione.
“Abbiamo aderito ad un progetto regionale tra i primi comuni in Campania – spiega l’assessore con delega ai servizi demografici, Tony Siniscalco attraverso una modifica informatica, il nostro sistema anagrafico sarà collegato direttamente con la banca dati del centro nazionale trapianti come già sperimentato con successo in alcune città d’Italia. Vogliamo offrire quella che sarà, semplicemente, una possibilità in più per i cittadini, assolutamente non un obbligo. Il progetto è stato fortemente sostenuto dal sindaco Gianfranco Valiante e ha visto l’impegno, per l’attuazione, del consigliere comunale Agnese Coppola Negri”.
“Con la sperimentazione – rivela Siniscalco – partirà anche una campagna di sensibilizzazione e informazione sul tema, perché dichiarare di voler donare gli organi è un atto di responsabilità nei confronti della società, un modo per esprimere il proprio impegno civico”.
 

Antonio De Pascale

Next Post

BARONISSI. APERTE LE ISCRIZIONI ALLA SCUOLA COMUNALE DI ARTI MARZIALI:

Ven Nov 21 , 2014
40 bambini, appartenenti a famiglie meno abbienti, potranno praticare sport gratuitamente. L’assessore Tony Siniscalco: “Baronissi si conferma città dello sport. Dopo la scuola nuoto e la scuola calcio comunale, promuoviamo un altro importante servizio, completamente gratuito, per le famiglie meno abbienti del territorio”. I dettagli.