BARONISSI ha celebrato il IV novembre.

La cerimonia del IV novembre

Presentato l’Albo d’Oro dei Caduti in guerra di Antonio Schiano di Cola. I dettagli.
 
 
 
 
Giovedì 5 novembre 2015
BARONISSI. Baronissi festeggia la giornata delle forze armate e dell’Unità Nazionale. Ieri mattina i rappresentanti dell’amministrazione hanno deposto, nella villa comunale “Siniscalco”, la corona di alloro al monumento dei Caduti. Tanti cittadini hanno preso parte alla cerimonia, ricordando con gratitudine i Caduti che hanno perso la vita per la difesa dei valori della pace e della libertà.
La giornata è poi proseguita in aula consiliare per la presentazione dell’Albo d’Oro dei Caduti in Guerra di Baronissi (Edizioni Gutenberg). L’opera è stata realizzata da Antonio Schiano di Cola, luogotenente della Guardia di Finanza in congedo e appassionato di ricerca che ha presentato l’albo insieme al vicesindaco di Baronissi, Anna Petta, all’assessore alla Cultura, Emanuela Migliore, al consigliere regionale Tommaso Amabile, al consigliere comunale Angelo Notari, allo storico Luigi Avino e all’editore Andrea Landi.

L’albo racchiude i nomi di tutti i cittadini di Baronissi caduti nella Prima e Seconda Guerra Mondiale, nella Guerra di Abbissinia, in quella di Etiopia, oltre a tutti i caduti civili.
«Abbiamo voluto rendere onore ai Caduti di guerra – ha spiegato l’autore, Antonio Schiano di Cola -, rendendo partecipi i giovani di quanto accaduto in passato. Per avere un futuro migliore, questi episodi non vanno dimenticati perché nessuna guerra è giusta. La passione per la ricerca è nata dai racconti di mio padre che aveva partecipato alla Seconda Guerra Mondiale. Da allora mi è venuta tanta voglia di scrivere e raccontare questi aneddoti».
Quello di Baronissi rappresenta il terzo Albo d’Oro dei Caduti in Guerra realizzato da Antonio Schiano di Cola, che in passato ha già realizzato simili lavori per i comuni di Fisciano e Pellezzano.
Da registrare, nel corso della presentazione dell’opera, anche il commovente intervento di Michele De Santis, 95enne reduce della Seconda Guerra Mondiale, che ha raccontato la sua esperienza al fronte in Africa.

Antonio De Pascale

Next Post

MERCATO S.SEVERINO. Parte il progetto "La Biblioteca sono io".

Gio Nov 5 , 2015
Mira a facilitare il rapporto dei Giovani con la lettura. I particolari.