BARONISSI. CONTRIBUTI PER GLI AFFITTI DELLE CASE PER IL 2014, PUBBLICATO IL BANDO.

Le domande vanno presentate entro le ore 12 del 13 novembre prossimo. I dettagli.
 
 
Martedì 7 ottobre 2014
BARONISSI.Il Comune di Baronissi ha pubblicato il bando per l’erogazione del contributo alloggiativo per l’anno 2014. Per beneficiare del contributo, i richiedenti devono essere titolari di un contratto di locazione per uso abitativo, regolarmente registrato, relativo ad un immobile non di edilizia residenziale pubblica. Sono ammissibili a contributo gli stranieri titolari della carta di soggiorno almeno biennale ed esercitanti una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo, residenti da almeno dieci anni nel territorio nazionale o da almeno cinque anni nella Regione Campania. La selezione dei beneficiari avverrà mediante la formulazione di una graduatoria in funzione di un coefficiente derivante dal rapporto tra canone, al netto degli oneri accessori, e valore ISEE dell’anno precedente a quello di riferimento. A parità di punteggio, sarà data priorità ai nuclei familiari senza fonte di reddito, ultrasessantacinquenni, famiglie monoparentali, componenti disabili. Un’aliquota, non superiore al 10% della somma disponibile, sarà utilizzata per la concessione di contributi alla locazione a famiglie che si trovino in particolari situazioni di emergenza o di disagio abitativo. La presentazione delle domande dovraà essere effettuata entro le ore 12.00 del giorno 13 novembre e dovranno essere redatte unicamente sui moduli forniti dall’Amministrazione, in distribuzione presso l’Ufficio URP del Comune di Baronissi o scaricabili direttamente dal sito internet del Comune all’indirizzo: www.comune.baronissi.sa.it.

Antonio De Pascale

Next Post

MERCATO S.SEVERINO. INIZIATA, AD ACIGLIANO, LA BONIFICA DELL'AREA IN CUI INSISTEVANO I PREFABBRICATI DISTRUTTI DALLE FIAMME.

Mar Ott 7 , 2014
L’Arpac ha prelevato campioni del materiale bruciato.  “L’Arpac – dice il sindaco Romano – ha anche effettuato una prima valutazione complessiva del rischio, escludendo pericoli incombenti per l’area e per i residenti”. I dettagli.