Baronissi. Completati i lavori di asfalto a Sava e in localita' Tre Pizzi

Mamme baronissesi e siriane

Il Sindaco Valiante saluta le mamme siriane

Mamme di Baronissi e siriane insieme per la produzione del pane. Integrazione, solidarieta’ umana e cristiana, promozione del Made in Italy. I particolari.
 
 
 
 
Mercoledì 30 maggio 2018
COMPLETATI I LAVORI DI ASFALTO A SAVA E IN LOCALITA’ TRE PIZZI. INTERVENTI CONTINUANO SENZA SOSTA
Proseguono senza sosta i lavori di manutenzione straordinaria delle strade comunali a Baronissi. E’ stata completata la posa di asfalto in via dei Contadini a Sava. Terminato anche l’intervento su via Aldo Moro e in località Tre Pizzi: nelle prossime ore sarà realizzata la segnaletica orizzontale. Le asfaltature riguarderanno nei prossimi giorni le strade più critiche della città. La ditta vincitrice della gara di appalto sta procedendo alle operazioni di scarifica, risagomatura del fondo stradale e asfalto, interventi contenuti in un ampio programma di manutenzioni stradali di competenza comunale varato dall’amministrazione di Baronissi con un investimento di oltre 120mila euro. Nei giorni scorsi, dopo le continue sollecitazioni del Comune, la Provincia di Salerno è intervenuta con lavori di pavimentazione sulle strade provinciali via Cirillo, via Sant’Andrea ad Antessano e via Moro.

MAMME SIRIANE E ITALIANE IMPASTANO IL PANE. VALIANTE: CITTA’ MODELLO DI INCLUSIONE
“Baronissi è un modello di accoglienza e di inclusione dei migranti. L’integrazione tra culture diverse è necessaria per favorire una reale integrazione culturale dei nuclei familiari ospitati in città nell’ambito del progetto Sprar”. A dichiararlo il sindaco Gianfranco Valiante, dando il via al progetto sperimentale “Saperi e sapori d’altri luoghi” che ha visto impegnate mamme siriane e italiane con la preparazione del pane ciascuna secondo le ricette del proprio Paese. Ad Aiello vivono alcune famiglie migranti arrivate dalla martoriata Siria. I bambini – italiani e siriani – sono stati poi accompagnati in giardino per la piantumazione nell’orto della scuola di alberelli di agrumi e la relativa etichettatura in doppia lingua. La promozione dell’integrazione culturale, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale, ha lo scopo di contrastare il pregiudizio legato alla figura dell’“immigrato” e permettere a culture diverse di integrarsi fra loro, consentendo, soprattutto in ambito scolastico, una reale crescita culturale e apertura ad altre realtà sociali. L’iniziativa si è svolta in collaborazione con la direzione didattica e i volontari dell’associazione Alvaa.
(Clicca sulle foto per ingrandirle)

Antonio De Pascale

Next Post

Eboli. Dal 31 maggio mostra fotografica "War is over": celebrazioni del 75° anniversario dell'operazione "Avalanche"

Mer Mag 30 , 2018
E’ visitabile fino al 30 settembre 2018. Sempre grati agli U.S.A. e agli Alleati per aver liberato l’Italia e l’Europa dal maledetto regime nazista e fascista, come maledetti sono stati tutti i regimi comunisti. I nazisti causarono 6,5 milioni di morti circa, i fascisti 5mila morti circa in Italia; i […]