Il Vangelo di domenica 19/5/2019. Il commento del Prof. Antonio Luisi

Prof. Antonio Luisi, Docente di religione cattolica al Liceo classico “Virgilio” e Diacono presso la Parrocchia “S. Maria delle Grazie” di Mercato S. Severino

 

 

V Domenica di Pasqua   ( Gv 13,31 -35 )

Quando Giuda fu uscito [dal cenacolo], Gesù disse: «Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito. Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri».

———————————————–

Il commento del Prof. Antonio Luisi:

Il comandamento nuovo

Riflettiamo questa domenica su alcune parole di grande significato che Gesù pronunciò durante l’Ultima Cena, parole che costituiscono una vera e propria consegna per gli apostoli di tutti i tempi: diffondere l’amore, cominciando dall’amarsi reciprocamente. E’ infatti in questo modo che si rende visibile Gesù e il desiderio di Dio di essere in mezzo a noi. Non mettere in pratica queste parole, significherebbe tradire il suo messaggio. Siamo perciò di fronte non ad un suggestivo suggerimento, ma ad un comando che ci viene  consegnato in modo nuovo, ovvero con la forza dell’esempio. Ciò che capiterà a Gesù il giorno dopo, sarà la dimostrazione di quello che intende. Al centro di tutta la nostra vita deve esserci l’amore, perché è questo il nostro documento di riconoscimento, al di là di devozioni e altri segni esteriori; al centro della vita delle nostre comunità, deve esserci l’amore perché è il cemento che le tiene unite, nel rispetto di tutti e nella valorizzazione di ciascuno. Cerchiamo anzitutto di amare di più e meglio, solo così gli altri riconosceranno in noi i discepoli di Cristo.

I commenti sono chiusi.