Il Vangelo di domenica 13/1/2019. Il commento del Prof.Antonio Luisi

Prof. Antonio Luisi, Docente di religione cattolica al Liceo classico “Virgilio” e Diacono presso la Parrocchia “S. Maria delle Grazie” di Mercato S. Severino

 

 

Battesimo di Gesù ( Lc 3,15-16;21-22)

In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco».
Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».

——————————————-

Il commento del Prof. Antonio Luisi:

Una nuova vita da vivere in Cristo

Dopo l’Epifania, la festa del battesimo ci aiuta a capire un altro aspetto dell’identità di Gesù. Egli è l’amato di Dio che ha ricevuto la pienezza dello Spirito Santo, per questo  è realmente Figlio, scelto da Dio in modo definivo, Figlio nel quale Dio si rende presente in modo insuperabile. Il battesimo conferito da Giovanni era finalizzato alla conversione e al perdono dei peccati.  Gesù, pur essendo senza peccato, va a farsi battezzare mettendosi in coda sulle sponde del Giordano per essere solidale con noi; ma il suo gesto serve anche per rivelare la sua missione: prendere su di sé il nostro peccato, vincerlo e donarci così una nuova vita. Il Vangelo di questa domenica è allora una vera e propria catechesi sul mistero di Cristo, messia, re, servo, profeta e Figlio di Dio. Ma è anche un momento di verifica per ciascuno di noi perché nel battesimo tutti abbiamo ricevuto una nuova vita. Questa novità di vita dove è andata? Come viviamo il nostro battesimo? Come viviamo la novità di Dio in noi?

I commenti sono chiusi.