Mercato S.Severino. Skizzikea, Le Due, Disko Drummer, Sinan Fake:

Il week-end del bar “Mediterraneo” sempre al top con le esibizioni di grandi artisti pronti a coinvolgere il pubblico di spettatori.

 

 

Giovedì 10 gennaio 2019

MERCATO S. SEVERINO. Il post festività natalizie al Bar Mediterraneo comincia con la musica di qualità e spettacoli di primo piano. Un inizio di 2019 che, inseguendo la scia dell’anno precedente, si impreziosisce con esibizioni di alto livello artistico e con un palcoscenico, quello del “Med”, pronto ad accogliere cantanti, musicisti e autori di indiscussa notorietà per allietare il pubblico di appassionati.

Il secondo week-end di gennaio inizia giovedì 10 gennaio, di nuovo in compagnia del coinvolgente gruppo degli “Skizzikea”. Dopo il grande successo di dicembre, si  riparte, ancora una volta, l’appuntamento è con il live degli SKIZZEKEA.

Anche venerdì 11 gennaio si replicherà con il duo de “Le Due”, formato da Sara Antinozzi (voce solista e chitarra ritmica) e Tiziana Savarese (chitarra solista e voce). Un altro grande successo che si ripete dopo il pienone registrato nel dicembre scorso. Il duo non rimane vincolato ad un unico genere, scegliendo brani musicali entrati nella storia della musica nazionale ed internazionale: i grandi classici di sempre. Infatti, si spazia dai primi anni ‘60 agli anni ’80, con episodici passaggi sugli anni ’90 e sulla musica contemporanea, esaltando la passione delle artiste per la musica #rock, #pop e #country.

Sabato 12 gennaio spazio al duo DisKoDrummer, che nasce dalla collaborazione tra Bernardo Graziano e la percussionista Valeria Sasso. Il djset parte dal Jazz-Funk dei Crusadeers, Joe Batan e George Benson e arriva al Jazzy & Latin House dei Masters At Work, passando per la Disco Classics & le recenti rivisitazioni Nu-Disco di Joey Negro, Todd Terje e MAW, con arricchimento di percussioni live.

Ultimo appuntamento del week-end, domenica 13 gennaio, con il Sinan Fake acoustic duo è composto da Domenico Ingenito e Davide Palmentiero: voce, violino, chitarra, loop station e sintetizzatore sono utilizzati dai due musicisti per ri-arrangiare in tempo reale brani che attraversano vari stili e generi musicali: dalla musica italiana al rock inglese, passando per il pop internazionale. Anche se eterogeneo, il repertorio raggiunge organicità e coerenza grazie alla veste sonora ricucita dal duo durante la performance, attraverso la stratificazione e l’interplay.

 

I commenti sono chiusi.