IL VANGELO DI DOMENICA 3/9/2017. IL COMMENTO DEL PROF.ANTONIO LUISI.

PROF.ANTONIO LUISI, DOCENTE DI RELIGIONE CATTOLICA AL LICEO CLASSICO “VIRGILIO” E DIACONO PRESSO LA PARROCCHIA “S.MARIA DELLE GRAZIE” DI MERCATO S. SEVERINO.

 

XXII  Domenica del T . O.  (Mt 16,21-27)

In quel tempo, Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo dicendo: «Dio non voglia, Signore; questo non ti accadrà mai». Ma egli, voltandosi, disse a Pietro: «Va’ dietro a me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!». Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà. Infatti quale vantaggio avrà un uomo se guadagnerà il mondo intero, ma perderà la propria vita? O che cosa un uomo potrà dare in cambio della propria vita? Perché il Figlio dell’uomo sta per venire nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo le sue azioni».

__________________________________________________________________________________

IL COMMENTO DEL PROF.ANTONIO LUISI:

La logica che salva

Il Vangelo di oggi mette in evidenza la grande difficoltà dell’uomo ad accettare il linguaggio della croce. La reazione di Pietro alle parole di Gesù, è comprensibile perché è arduo seguire un maestro che propone uno stile di vita che sembra portare al fallimento.  Ma la logica di Dio, per quanto strana e inaccessibile possa sembrare all’uomo, è la strada maestra che porta alla realizzazione del progetto di salvezza dell’umanità. Chi vi si oppone o mette degli intralci è giudicato da Gesù duramente. Convinti che la realizzazione del piano di salvezza di Dio avvenga attraverso lo scandalo della croce, di fronte alle sofferenze e alle persecuzioni che ancora oggi colpiscono tanti cristiani, chiediamo allo Spirito Santo la forza di vivere quotidianamente la nostra fede con coerenza per non cedere alle difficoltà che possono spingerci a compromessi ed accomodamenti.

PROF.ANTONIO LUISI, DOCENTE DI RELIGIONE CATTOLICA AL LICEO CLASSICO “VIRGILIO” E DIACONO PRESSO LA PARROCCHIA “S.MARIA DELLE GRAZIE” DI MERCATO S. SEVERINO.

I commenti sono chiusi.