UNIVERSITA’. Studentessa colpita da meningite.

Dall’Asl fanno sapere che non c’è nessun motivo di allarmismo, in quanto nelle 12 ore successive alla notizia della sospetta infezione, così come previsto dal protocollo, è partita la ricerca dei docenti, studenti che frequentano gli stessi corsi e la biblioteca, autisti e viaggiatori della stessa linea autobus utilizzata dalla ragazza da sottoporre a profilassi antibiotica. Sul caso interviene Imma Vietri di Fratelli d’Italia-An. Leggi tutto »